Uno spot commerciale può essere censurato e bannato sui media televisivi, ma non sulla rete, che per la maggior parte delle volte può decretare una vittoria virale inaspettata di un brand.

Spesso questi video lanciano messaggi ambigui o provocatori, che in qualche modo potrebbero essere male interpretati, oppure presi alla lettera.

Ho raccolto alcuni video censurati di famosi brand, che in qualche modo hanno avuto un ribalzo mediatico maggiore grazie alla loro provocazione.

Andiamo a vedere tutti i video! Voi ne conoscete altri?

http://www.youtube.com/watch?v=Pu7nP1WNetA http://www.youtube.com/watch?v=fFHRAuvjOtQ http://www.youtube.com/watch?v=5dzi_8Rscfs http://www.youtube.com/watch?v=6xlFp2Oku6s
Author

Strategy Director @AQuest ~ Docente Master @NinjAcademy

9 Commenti

  1. Vittorio

    Alcuni me li ricordo, altri mai visti.. e pensare che sono andati in fumo oltre 1000 milioni di euro… però sul fronte virale non c’è paragone..

  2. Mister X

    Io conosco un’agenzia che ha buttato in fumo 300 mila € per uno spot che doveva essere virale invece è stato censurato anche sulla rete… gli è andata male…

  3. Alcuni sono provocatori, ma soprattutto quelli a favore della prevenzione AIDS in italia non li vedremo mai…

  4. Negli anni 60 70 prima di passare uno spot o un film in televisione o al cinema, veniva fatto vedere ad una commissione della Chiesa. Loro avevano il potere di far trasmettere e di non far trasmettere un film. Chissà se ce l’hanno ancora oggi.

  5. Terribile quello degli orsi polari…tristezza davvero…e comunque ha fatto un bell’effetto. All’opposto quello della Guiness è troppo forte…e forse troppo forte in tutti i sensi!

Commenti