Oggi voglio condividere con voi alcune mie esperienze e strategie per cercare di risparmiare tempo e gestire al meglio la progettazione e realizzazione del proprio lavoro.

Uno dei problemi più comuni per un Freelance è gestire il proprio tempo e di conseguenza non poter adempiere alle numerose attività che sono dietro alla gestione di un progetto web.

Molti mi chiedono quale sia il segreto per gestire il tempo, e riuscire a compiere tutte le altre attività come aggiornare quotidianamente il blog, i progetti e lavorare serenamente come web designer freelance.

Cercherò di rispondere a queste domande focalizzando l’attenzione sugli aspetti fondamentali da non sottovalutare per ottimizzare il proprio lavoro.

Pianificare, Organizzare e Agire!

Queste sono le tre parole d’ordine che uso per gestire la mole di lavoro che devo compiere durante la settimana.

Prima di tutto cerco di pianificare le cose da fare a livello di tempo e priorità.

Da questa pianificazione cerco di organizzare il tutto assegnando delle priorità, che possono cambiare in conseguenza di scadenze o scelta personale.

Una volta pianificate queste operazioni siamo pronti ad Agire!

Agire! Si, ma sempre tenendo sotto controllo i tempi e le priorità che potrebbero mutare con il passare del tempo.

Fai le cose giuste al momento giusto

Un consiglio saggio è quello di procedere a step organizzati, ovvero in un esempio pratico : prendo il bicchiere > verso l’acqua > bevo e non verso l’acqua > prendo il bicchiere > bevo!

Questo semplice esempio ci deve far capire che le nostre azioni devono essere pianificate e organizzate in modo da non perdere tempo per cose che in quel momento non possiamo ancora realizzare.

Se dobbiamo creare un sito web con grafica coordinata, non dobbiamo partire dalla progettazione del footer, ma dagli elementi grafici principali come il Layout > Logo > Header > Content > Footer.

E’ fondamentale saper fare le cose giuste al momento giusto per risparmiare tempo.

Approfitta dei servizi 2.0

Il web permette di usare svariati servizi per ottimizzare il nostro tempo di pianificazione e sviluppo.

Oltre ad usare servizi 2.0 per promuovere la nostra attività cerchiamo di usare quei servizi che ci vengono in contro nella realizzazione di elementi grafici o prodotti fondamentali per un freelance.

Ad esempio come creare favicon, ribbon, badge, trovare icone, risorse vettoriali e ancora creare fatture, organizzare le proprie priorità e altre attività simili.

No alle Distrazioni!

Eddai te l’ho scritto in <h2> in rosso! Succede soprattutto agli inizi di avere distrazioni, non siamo più dipendenti e non abbiamo più orari!

Si questo è vero, ma dobbiamo creare degli orari flessibili e rispettarli.

Spesso si pensa di potersi permette di divertirsi un paio d’ore e poi al limite recuperare in un secondo momento, “tanto non ho più orari”..

Questo è uno dei grandi sbagli che ti porteranno di conseguenza a correre dietro scadenze di progetti da ultimare.

Ti consiglio di fare delle pause costruttive e attinenti al tuo lavoro, come scoprire nuovi tutorial e risorse o seguire video o podcast in questo caso sul mondo del Web Design.

Tieniti Aggiornato

Essere aggiornati è un aspetto fondamentale per un Web Designer Freelance in quanto ti permette di apprendere nuove conoscenze e pplicarle per i propri progetti.

Tenersi aggiornato può sembrare all’inizio una perdita di tempo, ma ti posso assicurare che leggere blog, forum, portali in cui trovare notizie e segnalazioni per il tuo lavoro sarà produttivo.

Infatti questo aggiornamento costante ti permetterà di scoprire strategie e tecniche per aumentare il livello della tua professionalità e risparmiare tempo.

Personalmente sono riuscito a rimanere costantemente aggiornato grazie alla scelta di aprire un Blog sulla mia passione e attuale lavoro di Web Designer Freelance.

Questo mi ha permesso in primis scoprire nuove strategie e tecniche direttamente sul campo, e in secondo luogo confrontare e condividere esperienze con un pubblico affine alle mie passioni.

Consigli Extra

Non è finita qui, voglio salutarti con alcuni consigli rapidi per risparmiare tempo e allo stesso modo aumentare la propria professionalità.

Ecco i miei consigli rapidi:

  • Creare delle priorità.
  • Alzati presto al mattino.
  • Creare Wireframe.
  • Lavorare se possibile con due monitor.
  • Fare pause costruttive.
  • Creare Preventivi dettagliati.
  • Utilizzare servizi 2.0 per ottimizzare il tempo.
  • Compra un cellulare connesso ad internet.
  • Organizzare un’area di lavoro sinergica.
  • Non dire sempre SI ad ogni contatto di lavoro, risparmi tempo e spesso guai.
  • Non giocare con l’iPhone, se c’è l’hai approfittane per il tuo lavoro.

Qual è il vostro segreto per ottenere il massimo dal proprio lavoro?

Author

Creative Strategist @AQuest ~ Docente Master @NinjAcademy

36 Comments

  1. Ciao, io sono molto preciso e quindi condivido pienamente i tuoi consigli, penso che avere una buona organizzazione possa far risparmiare molto tempo ma è anche utile al fine di avere un prodotto ben fatto, perché con il caos non si conclude mai niente=D Ciao

  2. Il pezzo sulla distrazione è fantastico! grazie per i consigli cercherò di farne tesoro!

  3. Io lavoro da 10 anni come freelancer è tra i consigli che posso aggiungere ai tuoi sono:

    -Mantenere un contatto costante con il Cliente
    -Creare un Team
    -Aggiornarsi anche con corsi di formazione
    -Pianificare periodi di vacanze
    -Riposati e non lavorare 24h su 24h

  4. Luigi ha scritto:

    Io lavoro da 10 anni come freelancer è tra i consigli che posso aggiungere ai tuoi sono:
    -Mantenere un contatto costante con il Cliente
    -Creare un Team
    -Aggiornarsi anche con corsi di formazione
    -Pianificare periodi di vacanze
    -Riposati e non lavorare 24h su 24h

    Condivido anche questi consigli!

  5. Considerazioni fondamentale se vogliamo perdere il meno tempo possibile, e avere una vita sociale oltre al web ;).

    A chi è interessato all’argomento, mesi fa pubblicai un guest post su blographik proprio in merito a come ottimizzare il tempo a nostra disposizione.

    Spero possa essere utile per coloro che hanno dei problemi di scelta delle cose da fare, priorità, gestione del proprio blog etc.

    Link: http://www.blographik.it/2009/02/05/5-consigli-utili-organizzare-tempo-online-1/

  6. interessante articolo, ma non mi è chiara una cosa o meglio, sono incuriosito dal punto ” Lavorare se possibile con due monitor. ” quali vantaggi porta lavorare con due monitor ?

  7. MacCharlie

    La lettura di questo articolo (ottimo) come la devo considerare:
    a- Aggiornamento
    b- Distrazione
    c- Scoprire strategie e tecniche per aumentare il livello della tua professionalità

    Ora, scusate ma non ho tempo devo andare! (Ma dove vado a lavorare o a divertirmi? Tanto quello che non faccio ora potrei farlo quando rientro stasera)

    ;-)

  8. Proprio in questo periodo sto ottimizzando il mio tempo lavorativo, anche se è un periodo abbastanza nero e sto aggiornando i miei kit started così da permettermi una fase iniziale con maggior velocità di progettazione e sviluppo.
    Devo dire che sta funzionando.

  9. @ enova:

    Premesso che io non sono un designer ma un programmatore, da quando sono passato alla soluzione con due monitor non tornerei mai indietro :D
    Nel mio piccolo ad esempio il risparmio di tempo con Flash è notevole dato che posso tenere su un monitor lo stage e sull’altro il pannello azioni, peraltro non fisso e quindi rapidamente chiudibile qualora dovessi testare qualcosa sul browser (che tengo sul secondo monitor).
    Discorso analogo per il test dei siti web, sul monitor principale tengo l’editor aperto e passo rapidamente al browser senza doverlo cercare nella barra delle applicazioni dove magari ho anche altri programmi.
    E’ indispensabile poi secondo me per programmi che richiedono molto spazio per l’interfaccia (es. quelli di editing video, ama anche flash stesso specie nelle ultime versioni) dato che consente di avere più pannelli sottomano senza quindi doverli continuamente aprire e chiudere.
    Insomma il risparmio di tempo sulla singola operazione magari è solo di pochi secondi, ma accumula questi secondi per ogni volta che esegui quell’operazione e alla fine il risparmio di tempo diventa considerevole, secondo me :)

  10. Davide ha scritto:

    @ enova:
    Premesso che io non sono un designer ma un programmatore, da quando sono passato alla soluzione con due monitor non tornerei mai indietro
    Nel mio piccolo ad esempio il risparmio di tempo con Flash è notevole dato che posso tenere su un monitor lo stage e sull’altro il pannello azioni, peraltro non fisso e quindi rapidamente chiudibile qualora dovessi testare qualcosa sul browser (che tengo sul secondo monitor).
    Discorso analogo per il test dei siti web, sul monitor principale tengo l’editor aperto e passo rapidamente al browser senza doverlo cercare nella barra delle applicazioni dove magari ho anche altri programmi.
    E’ indispensabile poi secondo me per programmi che richiedono molto spazio per l’interfaccia (es. quelli di editing video, ama anche flash stesso specie nelle ultime versioni) dato che consente di avere più pannelli sottomano senza quindi doverli continuamente aprire e chiudere.
    Insomma il risparmio di tempo sulla singola operazione magari è solo di pochi secondi, ma accumula questi secondi per ogni volta che esegui quell’operazione e alla fine il risparmio di tempo diventa considerevole, secondo me

    si in effetti riflettendoci sopra ho poi capito l’utilità che potrebbe avere per me… visto che l’utilizzo di due monitor potrebbe servirmi appunto solo nella fase in cui sistemo i problemi con i browser visto che utilizzo un editor in cui divido lo schermo a metà : sopra il codice , sotto la preview.

  11. Creare Preventivi dettagliati.

    Riesci a spiegarci come deve essere un preventivo dettagliato….

    grazie Jiulius per gli ottimi articoli

  12. Ottimo articolo. Mi permettere di aggiungere queste altre considerazioni:

    – attenzione al multitasking! spesso siamo distratti da mail, telefonate, facebook, twitter … il cervello funziona molto meglio se è concetrato solo poche cose. Bisognerebbe dire :”ok, nella prossima ora faccio solo questo. Punto e basta!”
    – crearsi librerie di codice
    – utilizzare delicious per archiviare tutte le risorse dedicate a un progetto. Ad esempio se ho un cliente chiamato XYZX e ho trovo una decina di siti che mi serviranno per quel progetto, me li salvo in delicious e li taggo con XYZX. In questo modo avrò sempre a disposizione quelle risorse
    – usare carta e penna per appuntarsi le cose da fare, sembrerà strano ma più di un collega mi ha detto che scrivere un impegno su carta è diverso che scriverselo sul computer.

    ciao!

  13. Interessante spunto Julius, come del resto anche gli altri interventi.

    Credo che per i freelance l’organizzazione sia una buona parte della propria attività.
    Per esperienza personale non è sempre facile riuscire a organizzare e scadenzare le cose da fare, visto che il cliente in quanto tale ritiene di essere sempre il protagonista e di conseguenza tutto per Lui diventa urgente facendoti saltare qualsivoglia scaletta.

    Sta di fatto che riuscire a impostare delle tempistiche per ogni diversa attività risulta basilare per ordinare la propria vita professionale e non.

    Cerco di suddividere la mia giornata:

    Controllo email e corrispondenze varie.
    Lavoro (anche qui a sua volta diviso per priorità)
    Social Network
    Aggiornamento ( twitter, rss etc..)
    Controllo email etc…
    Lavoro

    In mezzo a questo ogni tanto inserisco anche mia moglie e qualche hobby giusto per non perdere il contatto con la realtà
    :)

    Ale

  14. Grazie mille per tutti questi interessanti consigli! Sto cercando di mettermi in proprio, speriamo bene…

  15. è un articolo utilissimo e mi trovi d’accordo su tutto, ma da mamma/casalinga e freelance mi piacerebbe farvi sapere che esistono donne/uomini con poteri soprannaturali :-) che trovano il tempo di controllare la posta mentre cambiano un pannolino e di compilare un foglio di stile mentre preparano la cena…
    Mi piacerebbe tanto avere un confronto (e conforto) con altre mamme e mammi per capire come conciliano il lavoro da freelance e gli impegni genitoriali e casalinghi. Intanto grazie per il post!

  16. Un buon metodo per organizzare bene le proprie tasks è utilizzare il servizio che si trova a questo indirizzo: http://www.rememberthemilk.com/?hl=it Remember the Milk ti permette di organizzare i propri impegni categorizzandole a secondo del cliente di priorità e impostare un reminder via email a seconda del compito o dell’appuntamento da svolgere. Una agenda interattiva con mille tips & tricks che ti aiuta fra i mille impegni di un freelancer.

  17. Direi anche di acquistare dei libri sugli argomenti che più ci interessano o ritornano utili. Sul web possiamo trovare sicuramente tutorials e ebook ma il libro ci consente di seguire passo passo e con una concentrazione maggiore l’argomento che stiamo leggendo. Sono sempre soldi spesi bene.
    Per quanto riguarda la postazione di lavoro consiglio una scrivania ampia(con una sedia comoda e una buona illuminazione) dove possiamo lavorare in piena comodità con la tavoletta grafica, mouse e tastiera, il “doppio” monitor che è di una comodità unica, la nostra moleskine(o l’ipad), e un blocco di carta dove prendere appunti veloci.

  18. Il vero problema è non perdere tempo in distrazioni, sembra facile ma internet è un vortice di informazioni… e per un affamato di news, è un vero problema (a volte)….

    Condivido in pieno il fatto di presentare degli ottimi preventivi (e salvarli da qualche parti, non lasciarli solo nella mail)…
    Grazie Julius

  19. Grazie per l’articolo Julius.

    Il web e’ sicuramente una fonte di distrazione/informazione ma credo che il bisogno di gestire puntualmente il proprio business ci rende tutti piu’ pragmatici…..altrimenti non ci sara’ business for long!

    Complimenti per l’articolo e buon lavoro frelance a tutti!

    Danilo

  20. Mary300886

    Bellissimo articolo, complimenti!
    Il problema del tempo sussiste e non è facile organizzare tutti gli impegni e tutti i progetti e nello stesso tempo farsi notare per catturare altri clienti. Il web sicuramente ci aiuta molto, ma come sfruttarlo per ottimizzare i tempi? io sono una freelance da poco e mi sto focalizzando sui servizi e applicativi web che aiutano a risolvere un po’ tutti questi problemi. Voi come operate? Finora avete trovato un applicazione web che permetta di gestire i propri progetti, condividerli con gli altri contatti utili al fine del progetto stesso e magari un calendario all’interno di questo che permetta di annotare eventi e cose da fare relative a quell’attività? Sarebbe molto interessante poter fare tutto questo… aspetto vostre proposte grazie!

  21. Il tempo, l’ottimizzazione del tempo, questa per me è la cosa più importante.
    Ancora non sono riuscito a farlo bene, è quasi un altro lavoro :)

  22. Ciao a tutti,
    vi ricordate che un po’ di tempo fa vi parlavo di come è difficle organizzare tutti gli impegni e tutti i progetti e nello stesso tempo farsi notare per attrarre altri clienti?
    Ebbene, io insieme a degli altri miei colleghi, abbiamo messo a punto una stupenda applicazione web studiata apposta per voi freelance e che risponde a questi tipi di bisogni.
    A breve uscirà in versione Beta per farvela provare e per farci avere un vostro feedback.
    Contiamo moltissimo su di voi!
    Se volete maggiori informazioni contattatemi all’indirizzo mail info@mykapla.com

  23. OK che freelance significa lavorare in proprio ed è anche sinonimo di uno che lavora per soldi (come fosse un mercenario) ma il post è incentrato unicamente sul lavoro di se stesso senza tenere presente il networking (che dovrebbe occupare un bel 20% del tempo). Con i consigli di questo post ci si organizza sicuramente meglio ma non si fa di certo alcun passo avanti per “fare il salto”, dal primo all’ultimo giorno si continuerà a lavorare per portare a casa il minimo indispensabile per sfamarsi, non di certo per diventare un professionista affermato e, perchè no, soddisfatto anche economicamente.

  24. Io ho avuto problemi all’inizio nell’organizzare il mio tempo, ora ho va meglio. Esempio: divido i clienti grandi con cui ho una collaborazione continuativa tra mattina e pomeriggio, il sabato mattina è dedicato unicamente al blog e alla manutenzione di sito internet e profili sui social network. Ora rispondo al telefono solo in determinate ore perché la concentrazione per chi programma o realizza siti web è fondamentale :)

  25. Bel pezzo complimenti. Sono totalmente d’accordo niente distrazioni e pianificazione.
    Io sfrutto ancora la classica to do list, che però devo dire mi aiuta alla grande. L’importante è dare un peso alle attività e sapere quale ha la priorità! Proprio a proposito leggevo un articolo sul Focus di novembre che parla dell’organizzazione mentale e come funziona il cervello nella gestione degli impegni. Sapevate che riusciamo a memorizzare solo 4 categorie di oggetti? o.O Gran bel pezzo anche quello ve lo consiglio.

  26. Bravo Julius, proprio un bel post, grazie dei consigli! 2 cose soltanto però: alzarsi presto la mattina è dura, ma ci proverò! eppoi, come togliersi dalle distrazioni???

Write A Comment