Oggi voglio condividere con voi le mie riflessioni su un articolo pubblicato da SmashinMagazine intitolato “La morte del post noioso?

Come potete vedere dalla grafica sperimentale dell’articolo, si è voluto provare ad esprimere una nuova concezione ed esperienza di lettura.

La grafica dell’articolo a differenza di quelli standard verticali con testo immagini, si espande su tutta la pagina al 100% focalizzando l’attenzione su testi e immagini di dimensioni diverse.

Sicuramente la lettura è molto più accattivante di un articolo normale, creativo e originale, una nuova concezione capace di attirare l’attenzione su determinate parole, dando loro maggiore risalto grazie a colori, posizioni e dimensioni.

Questa strategia come si puo leggere nell’articolo di SM non è adatta a tutti i tipi di blog, ma ovviamente a seconda della tipologia è possibile intervenire in modo creativo ed originale.

Anche gli elementi grafici fanno la loro parte, infatti grazie a questi possiamo focalizzare e dirigere la nostra attenzione su determinati oggetti e testi.

Cosa ne pensate? E’ questo il futuro della comunicazione via BLOG?

Author

Sono un Creative Strategist con più di 10 anni di esperienza in strategie digitali. Il mio ruolo di Stratega consiste nell’ideare e sviluppare concept creativi per progetti multicanale, individuando le attivazioni e dinamiche di Marketing da applicare attraverso un approccio strategico.

5 Commenti

  1. Se l’articolo è tanto un pò di grafica ci vuole, anche se magari bisogna differenziare la serietà dell’articolo stesso. Troppe “iconografie” potrebbero distogliere l’utente dalla lettura. La classica via di mezzo non sarebbe male. Un buon studio di un colore di base che non stanchi, un font carino e qualche immagine. La disposizione aiuta di certo. L’impaginazione finale poi ne deve tener conto dei monitor o no? Io i testi troppo lunghi non li amo molto sinceramente. La barra degli scroll non dev’essere infinita, altrimenti alcuni potrebbero impaurirsi e non leggere nulla già all’inizio…

  2. Sicuramente crea un’ottimo sex appil, ma penso non vada bene per tutti gli articoli…

  3. Ciao Julius,
    avevo già letto il post su smashin qualche giorno fa e come ho risposto anche lì credo che questo non sia il futuro dei blog anche perché molti blogger non hanno ne competenze ne tempo per realizzare cose di quel tipo.
    Rimarrà una nicchia, favolosa, ma pur sempre una nicchia.
    Questi tipi di layout sono davvero accattivanti, ma assolutamente meno usabili e leggibili di un classico blog a due colonne ;)

    PS: personalmente però mi affascinano davvero !

  4. Anch’io avevo già letto quest’articolo su SM.. sono dell’idea che il/la(?) blogazine sia un metodo interessantissimo e molto originale di fare blogging, però è anche impegnativo, e se non si è sufficientemente creativi si rischia di cadere nel ridicolo o nell’esageratezza.

    @aledesign: anche io non amo i post infinitamente lunghi, ma su blog come Smashing magazine, la barra di scorrimento di ogni post dopo una settimana è sempre piccolissima per i commenti..

  5. Spero proprio che quello non sia il futuro del blogging. A me è venuto il mal di mare a leggere quel post; mi ha dato la sensazione di trovarmi in mezzo al mare, senza bussola. Non è tanto la lunghezza o lo scrolling infinito che mi dà più fastidio, quanto non avere punti di riferimento per orientarmi dentro una pagina così lunga. Più che un articolo, pare uno slideshow (ma molto più scomodo).

Commenti