I ragazzi di TheDesignInspiration hanno raccolto le migliori 45 campagne pubblicitarie creative anti-fumo.

Alcuni spot sono davvero molto comunicativi e se vogliamo “forti“, sarà anche per questo se in italia non le vedremo sicuramente.

Io non sono un fumatore quindi forse i messaggi mi arrivano in modo minore di un fumatore. Che ne pensate?

Ecco i 10 spot secondo me, più creativi e accattivanti:

Altre Campagne Creative Anti-Fumo

Top 45 Creative Anti-Smoking Advertisements

Top 10 Most Creative Anti-Smoking Ad Campaigns

50 Most Creative Anti-Smoking Advertisements

65 CREATIVE ANTI-SMOKING AD CAMPAIGNS

Author

Sono un Creative Strategist con più di 10 anni di esperienza in strategie digitali. Il mio ruolo di Stratega consiste nell’ideare e sviluppare concept creativi per progetti multicanale, individuando le attivazioni e dinamiche di Marketing da applicare attraverso un approccio strategico.

22 Commenti

  1. Ciao Julius, da fumatore posso dirti che ormai personalmente non mi fanno ne caldo ne freddo. Se fumo so quello che posso andare in contro quindi campagne pubblicitarie di questo tipo trovano il tempo che trovano.

    A me fa sorridere molto il fatto che alla fine è lo stato che permette le vendite ma allo stesso tempo si cerca di sensibilizzare la gente a non fumare, non è un controsenso??

  2. Spot davvero forti, soprattutto quella della cabina con in alto la messa per il funerale… mi vengono i brividi…

  3. Sicuramente sono forti ma alla fine servono? Se uno fuma, ti posso assicurare che non smette per cosi poco…

    Uno può smettere per 2 motivi:

    1. Se lo vuole lui.
    2. Se è obbligato per causa salute.

    Questo è il mio pensiero…

    Ciao Jul

  4. Chi fuma sa perfettamente a quali rischi va incontro e, come dicono Gabri e Mattia, non sono le campagne pubblicitarie o i messaggi sui pacchetti a far decidere di smettere. Parola di fumatrice. :)

    Ciao Julius !

  5. @Nicky – “Chi fuma sa perfettamente a quali rischi va incontro”

    Ma se sapete a cosa andate incontro, per quale diamine di motivo lo fate!? Non voglio offendere nessuno, ma se siete a conoscenza che “il fumo uccide” e questo non è uno slogan pubblicitario, ma la pura realtà, cosa vi spinge a continuare. Se non lo fate per voi, almeno fatelo per chi vi circorda, per le persone che vi amano. Insomma, capisco che è una droga e che è difficile uscirne fuori, ma se uno ha (e permettetemi la licenza poetica), le palle, da un giorno all’altro smette di fumare, senza girarci troppo attorno!

  6. Penso sia + una questione di volontà, ormai la gente fuma come se dovesse bere un caffè…con la stessa semplicità

  7. Lo spot con la foto dei bimbi è davvero toccante… alla fine se noi grandi fumiamo in presenza di ragazzini, saranno più predisposti a fumare anche loro..no??

  8. Ciao Julius, sono spot molto belli, artisticamente parlando.
    Ma da fumatore devo dirti che non provocano alcuna reazione. Per un motivo molto semplice: so benissimo se e quanto fanno male. L’ho deciso di mia spontanea volontà. Nessuno mi ha infilato una sigaretta in bocca da bambino e mi ha obbligato a fumare. Potrei smettere domani mattina, se volessi.

    Inoltre, trovo patetica l’ipocrisia con cui uno stato guadagna centinaia di miliardi dal monopolio legale delle sigarette e poi usa i soldi pubblici per promuovere campagne ant-fumo. Purtroppo (ma questo lo sappiamo) i denari valgono molto più della coerenza e delle buone intenzioni…

    Ciao Julius!

  9. @ziosteve lo facciamo perchè abbiamo la nicotina nel sangue ed è come una droga. Lo facciamo perchè quando sei “stressato” la sigaretta ti rilassa. Lo facciamo perchè la sigaretta ci infonde sicurezza, compagnia quando ti senti solo o annoiato e mille altri motivi che credo siano diversi per ogni persona.

    Il fatto è che per smettere “seriamente” deve scattare una “molla” dentro di te che ti fa dire BASTA !
    Personalmente ho smesso una volta, sotto la pressione di un ex-compagno non fumatore. Dopo sei mesi ho ricominciato…

  10. jmancini

    …l’ipocrisia dello Stato… non so fino a che punto sia ipocrisia mi spiego:
    prendete l’alcol, morti x incidenti stradali, sbornie a non finire e ad età sempre più bassa… l’abuso di alcol nuoce alla salute, sempre il bollino dle monopolio di stato… Però un bicchiere di vino o una birra con gli amici è piacevole.
    Tutto stà nella moderazione e nel rispetto che abbiamo verso di noi e verso gli altri.
    Per il fumo penso vale la stessa considerazione.
    Dicono che fumare aumenti la concentrazione di chi lo fa e lo rilassa… come x me una tazzina di caffè… solo che non prendo 48 caffè al giorno… quindi x chi fuma moderazione…
    Per chi fuma, x favore non fate respirare il vostro fumo a chi non vuole e non costringetele a non frequentarvi xche’ siete ciminiere…
    Per chi non fuma, mettiamoci “sopra vento” e se neanche così funziona… fate/facciamo rispettare il vostro diritto di non respirare il fumo altrui… starà poi all’altra persona decidere se vale di più una “bionda” o la nostra compagnia.

  11. Sempre e solo a favore..mi vien da ridere per quelli che si riparano dietro la parola “stress” o “compagnia”…certo la molla deve scattare..però con tutto rispetto x i fumatori non li capirò mai.E di certo non fa stile…la sigaretta…pura idiozia..scusate lo sfogo..ma quando vedi sotto i tuoi occhi l’effetto del fumo non puoi non aver rabbia…

  12. Le immagini possono essere di aiuto a chi non ha mai iniziato a fumare.
    Perchè se una persona sa che il fumo fa male continua?
    Fa male perchè in una sigaretta ci sono più di 400 veleni, e chi li ha messi l’ha fatto, anche per vendere di più e per fare in modo che crei dipendenza.
    Se in una sigaretta ci fosse solo semplice tabacco:
    1° si fumerebbe meno.
    2° non sarebbero così velenose.

  13. @ziosteve fatto! ho smesso di fumare! e non l’ho fatto per me ma per chi mi circorda, per le persone che mi amano……….
    adesso vi supplico….. smettete di votare berlusconi…. Se non lo fate per voi, almeno fatelo per chi vi circorda, per le persone che vi amano.

  14. MeryRose

    Si credo che si possa sperare che ne muoiano parecchi fino a che non se la fanno finita, cosi nè caldo nè freddo lo proveranno quelli che devono sopportare la loro puzza. Un vero slogan sarebbe “crepa al più presto perche fai schifo! il fumo impregna denti mani vestiti capelli e persistente nella casa nella macchina e nei polmoni abbracciare un puzzone o girarci va bene solo per i barboni che hanno perso l’ odorato. Saranno sempre più riconoscibili e spero anche piano piano scansati. Per chi non fuma il tuo odore è uguale a quello di uno che non si lava da un mese, si, spero che finiscano al più presto di inquinare il mondo.

  15. Allora come hanno già detto alcuni di voi,è vero… Ad un fumatore servono ben poco certe campagne pubblicitarie…. però la pubblicità progresso serve per far capire al target -in questo caso i fumatori- a fargli rimanere in testa certe immagini,certe frasi… in modo quasi indiretto in modo che gli mangano in testa! servirà a poco… ma almeno aiuta quelli che non fumano a non iniziare! si parla sempre SE UNO è COSì FURBO DA NON INIZIARE nonostante quanto si parli male del fumo.

  16. Giorgio Marandola ha scritto:

    Julius, sono approdato su questo post via Twitter fumando… ti dico solo questo….. quello delle due modelle è veramente brutto..

    si…. concordo…e come ho già scritto nel mio commento,vedi??? quello ti ha colpito…e di sicuro te lo ricorderai… a questo serve la pubblicità progresso, come vabbè…anche tutte le altre pubblicità!

  17. @ Nicky:
    @ ziosteve:
    Chi fuma non sa a cosa va incontro, lo capisce realmente solo quando è ormai troppo tardi!!

  18. maddalena

    complimenti per queste immagini, sono davvero toccanti e forti.
    credo che “la” soluzione al problema del fumo non sia pensabile in senso lato, sia per le politiche commerciali di oggi sia perchè credo la scelta di fumare o no spetti ad una responsabilità individuale non delegabile.
    sicuramente le tue immagini danno un messaggio chiaro, che passa anche ai più giovani (parola di mia sorella 15enne) e aiuta la sensibilizzazione su un’abitudine che è meglio non iniziare.

Commenti