Noi web designer freelance abbiamo l’esigenza di organizzare una postazione di lavoro consona e appropriata per mettere in atto tutta la nostra creatività.

Quest’area deve essere il nostro habitat naturale in cui non essere disturbati e avere a portata di mano tutto il necessario.

A seconda dello spazio in cui lavoreremo, camera, soggiorno, ufficio non dobbiamo sottovalutare alcuni aspetti.

Andiamo a vedere insieme come organizzare la postazione ideale di lavoro per un freelance web designer.

Come trovare il Luogo ideale?

Come facciamo a scegliere il luogo indeale dove insiedare la nostra creatività?

Se stiamo cercando una postazione in casa, sarebbe meglio adibire una camera come studio grafico in cui avere tutto il necessario senza distrazioni.

Non sempre è possibile, soprattuto all’inizio, adibire una singola stanza per studio, quindi dovremo trovare un compromesso.

Di solito si può trasformare la propria camera in studio, non serve uno spazio eccessivo ma solo un posto efficace.

Il Luogo ideale

Il luogo ideale per lavorare in casa è uno spazio in cui non abbiamo distrazioni, come wii affianco, xbox, televisione o simili.

Cerchiamo un posto con molta luce e ovviamente non troppo buio.

Ricordiamoci di non avere mai la luce alle spalle, questo fattore darebbe molto fastidio sui riflessi del monitor non facendoci vedere praticamente nulla.

Abbiamo la possibilità di organizzare tutto quello che ci serve in poco spazio.

La Sedia

Un aspetto da non sottovalutare è la sedia, infatti chi lavora molto davanti al pc deve avere una postazione comoda e rilassante.

Non usiamo una sedia dura e non regolabile, io consiglio sempre di avere una sedia con rotelle con schienale regolabile.

La comodità può aumentare la creatività e il senso di relax.

Il Monitor e Tastiera

Per quanto riguarda il monitor, se abbiamo la possibilità di averne due è l’ideale, in quanto è possibile dividere la parte di sviluppo e grafica in due schermi differenti.

Questa piccola strategia ottimizza i tempi di sviluppo e di uso dei strumenti in modo efficace.

Se abbiamo solo uno schermo cerchiamo di averne uno, da cui declinare le diverse proporzioni di dimensioni.

Per quanto riguarda la testiera, o bianca tasti neri o nera tasti bianchi è indifferente, scegliere quella più comoda per voi.

Se è possibile tastiera e mouse ergonomico per non sforzare i polsi.

La Stampante + Fax

Nella postazione ideale è sempre meglio avere tutto a portata di mano per non perdere tempo prezioso a cercare materiale.

La stampante ci servirà spesso per stampare fatture o documentazione, e il fax potrebbe tornarci utile per l’invio di materiale in digitale.

Cerchiamo se è possibile di installare la stampante nelle vicinanze della nostra postazione e non in un’altra stanza.

Le Cuffie

Può capitare di dover ascoltare audio o parlare con clienti o collaboratori via Skype, o simili ed è sempre consigliato spendere quei 20€ di cuffie + microfono per avere un’ottima qualità di ascolto.

Spesso se si utilizzano effetti sonori è importantissimo avere la possibilità di isolarci acusticamente per sentire ogni lieve errore audio.

Io consiglio cuffie ottimizzate per Skype, in commercio se ne trovano centinaia.

Fascicoli Interni + Fatture

Capiterà quasi sicuramente di avere diverso materiale carteceo oltre a quello digitale da archiviare.

Fatture, licenze, manuali cerchiamo di archiviarli tutti in cartelette sempre a portata di mano.

Questa organizzazione ci permetterà di ottimizzare i tempi di ricerca urgente 4 di agevolare l’archiviazione.

Note

Soprattuto per i Web Desginer è necessario avere a portata di mano materiale carteceo sui cui improvvisare qualche schizzo di wireframe, loghi o layout grafici.

Questo ci permetterà al volo di buttare su carta le idee e cercare in seguito di portarle in digitale.

Inoltre potremo usare questi notes per appuntare idee, appuntamenti poi da archiviare in digitale.

Alcune Postazione di Lavoro

Nel gruppo FB Web Designer Italiani abbiamo condiviso le nostre postazioni di lavoro per individuare gli aspetti positivi e negativi.

Author

Sono un Creative Strategist con più di 10 anni di esperienza in strategie digitali. Il mio ruolo di Stratega consiste nell’ideare e sviluppare concept creativi per progetti multicanale, individuando le attivazioni e dinamiche di Marketing da applicare attraverso un approccio strategico.

23 Commenti

  1. …raga a proposito di illuminazione come dev’essere? diretta? diffusadietro, davanti di lato, meglio naturale o artificiale….mi consigliate prima che diventi cieco :)

  2. @Mattia: è meglio naturale ma quando fa buio ovviamente dovrai accendere la luce :)

    Non Luce o finestre alle tue spalle, con forte luce potresti avere problemi di illuminazione.

  3. piccola domanda:
    ho un iMac c2duo e ho intenzione di passare al mac pro… quel che vorrei sapere, posto che l’iMac non produce mai rumore, la ventola è veramente silenziosa e l’hd non si sente mai, a rumorosità, come siamo messi con il mac pro?

    grazie a tutti per i feedback,
    Giorgio

  4. @Mattia: si esatto! Oppure da un lampadario sopra…

    Vedi dalle foto di alcuni di queste postazioni non vi sono luci troppo forti sullo schermo…

  5. Fino a che punto la condizione della luce può influenzare lo svolgimento di un lavoro? Avete degli esempi concreti?

  6. Io ho la fortuna di essere riuscito a ritagliarmi il mio piccolo studio, per quanto possa essere ridotto lo spazio è davvero importantissimo, chi come me ha lavorato negli stessi spazi dove altre persone svolgono la loro vita quotidiana, sa cosa vuol dire…

  7. Sto articolo mi piace tantissimo, complimenti! e poi vedo tutti appassionati di mac….

  8. Ottimo articolo..come del resto ottimo tutto il blog..

    Però una cosa stona un po’..tutti quegli annunci Google qua e là..soprattutto all’inizio di ogni post.. Ti consiglio di scegliere un formato un po’ meno “invasivo”.. Ciao!!

  9. Cristiano

    Ottimo articolo… anch’io mi sono organizzato con una postazione dedicata perché ogni tanto mi capita di dover lavorare da casa. Ampia scrivania, tastiera e mouse wifi, stampante multifunzione a portata di mano e sedia da ufficio… esattamente come consigliato nell’articolo… :-) Purtroppo scarseggia l’illuminazione che è delegata alla sola lampada da scrivania rivolta verso il muro e che diffonde la luce in modo comunque piacevole.
    Nelle varie foto ho visto la tavoletta grafica, non sarebbe indispensabile per me ma è comunque un accessorio che sto valutando da qualche tempo ed ho avuto modo di provare prestatami da qualche amico. La domanda è questa, salvo trovare la giusta confidenza con la tavoletta, è consigliabile lavorare con due monitor? Io l’ho provata con il monitor del portatile a 17″ e un monitor esterno da 20″ ma mi risulta altamente scomodo… forse è meglio un unico monitor più grande? Se si quanto grande, 27″ o anche di più?

Commenti