Un documento di de-briefing per il primo incontro con il cliente.

Spesso il primo briefing con il cliente è sottovalutato e si tende a tralasciare o dimenticare alcuni aspetti fondamentali per la progettazione e realizzazione del progetto.

Ho realizzato un documento PDF A4 in cui ho cercato di riassumere le principali informazioni da ottenere durante il primo briefing con un cliente.

Lo scopo è quello di cercare di avere traccia di quelle informazioni primarie per i diversi scomparti, developermarketing e web design.

Questo documento può essere modificato o usato liberamente per i propri briefing, oppure preso come spunto per la creazione di uno proprio.

Andiamo a vedere il documento e cosa ne pensano alcuni web designer.

Download PDF

Cliccando sull’immagine di anteprima potete scaricare il file PDF.

E’ possibile scaricare il PDF e farne uso per i propri briefing con potenziali clienti.

A sinistra troviamo le tematiche principali come la descrizione del Cliente, il Progetto, il Target, gli Obiettivi e la Comunicazione che si deve applicare.

A destra troviamo un box in cui ho cercato di riassumere gli aspetti da non tralasciare per avere degli input in più durante la descrizione del briefing.

Ogni tematica ha un colore affianco che ne stabilisce la priorità per diverse aree come web design, developer, e marketing.

Ovviamente in un A4 non è proprio semplice riassumere tutti i particolari di un briefing, ma penso che con questo documento si possa tracciare il 70% degli aspetti da tenere conto per la realizzazione di un progetto.

Cosa ne pensi?

Ecco alcuni commenti a caldo di alcuni dei importanti Web Designer nel panorama italiano.

Tommaso Baldovino di Tomstardust

Prepararsi al primo incontro con un cliente è fondamentale: un documento di questo tipo può tornare sempre utile.La cosa più importante è sapere come utilizzarlo e personalizzarlo, adattandolo alle esigenze del momento, al cliente e all’obiettivo che vogliamo raggiungere.

Francesco Gavello di FrancescoGavello

Sono il primo a utilizzare un mio personalissimo documento di briefing quando devo relazionarmi con un nuovo cliente -forse coprendo meno aspetti e dando più spazio agli appunti, dato che scrivo parecchio- e i vantaggi, una volta che hai provato a usarne uno, ci sono davvero.Non devi tenere tutto a mente, puoi seguire un tuo pattern affidabile senza rischiare di trascurare aspetti cruciali e puoi usarlo per “fissare” nel marmo lo stato d’avvio delle lavorazioni. Ovvero, rendere semplici alcuni degli aspetti più complicati per chi lavora in proprio. Bravo Julius, spero possa essere utile a molti!

Federico Pian di FedeWeb

Secondo me per rendere al massimo l’utilizzo del documento dovrebbe essere anche letto dal cliente. In pratica, una volta che hai annotato tutte le informazioni di cui hai bisogno, mandi al cliente il documento, chiedendogli se sono stati centrati tutti gli obiettivi.In questo modo dimostri professionalità e fai vedere che ci tieni particolarmente alla buona riuscita del progetto.

Piervincenzo Madeo di Wegraphics

Ottimo, davvero utile. Sintetico, ma prezioso per cogliere gli elementi essenziali di ogni progetto legato al web e per tenere traccia di quelli che sono le ‘prospettive’ iniziali del progetto. Uso questa parola, ‘prospettive’, forse in mod…o improprio ma è l’unica che mi viene in mente per sottolineare il fatto che, ad ogni modo e per forza di cose, un progetto evolve durante la sua realizzazione.Una provocazione. Se si proponesse al cliente stesso un questionario del genere? Ovvio, non può essere identico a quello proposto da Giuliano per evidenti problemi nella comprensione del linguaggio tecnico, ma dite che potrebbe aiutare lo ‘startup’ del progetto ed vitare incomprensioni durante lo sviluppo?

Massimo Mastromarino di DesignMultimedia

Nel momento del confronto col il cliente è necessario crearsi mentalmente un documento del genere. Grazie a tale documento nessun aspetto verrebbe sottovalutato.Pro-Brief può essere una sorta di traccia utile a non andare fuori tema che permette di scongiurare incomprensioni durante lo svolgimento dei lavori. In questo modo è possibile evitare che i tempi si allunghino e si rispettano più facilmente le scadenze.

Antonio Fullone di AntonioFullone

Personalmente evito sempre al cliente di parlare in gergo tecnico, uso questo invece che quello .. di solito me li spaventa perchè associano nuova e moderni strumenti a un prezzo piu alto.Ottimo documento di partenza Guliano
Author

Sono un Creative Strategist con più di 10 anni di esperienza in strategie digitali. Il mio ruolo di Stratega consiste nell’ideare e sviluppare concept creativi per progetti multicanale, individuando le attivazioni e dinamiche di Marketing da applicare attraverso un approccio strategico.

18 Commenti

  1. Ottimo post Julis.
    Secondo me sarebbe utile, avere un’applicazione per iOS e Android, la quale permette la compilazione di un figlio simile a questo e una volta finito inoltrarlo direttamente al cliente. Ovviamente sarebbe comoda più su iPad o Galaxy Tab che su un cellulare. (per via dello schermo ovviamente)

  2. @Steve: Non sarebbe male, ma io penso che questo tipo di documento forse un pò più tecnico serva a noi.

    Al cliente potremmo inoltrargli un altro tipo di documento semplificato con meno tecnicismi per capire al 100% se siamo sulla strada corretta.

  3. Un’ottimo documento Julius! Grazie per la condivisione!

    Come dici tu stesso in un A4 non si riesce a descrivere tutto un progetto ma sicuramente hai individuato i fattori principali da non sottovalutare! complimenti!

  4. Il primo incontro è fondamentale.
    Dare una prima impressione positiva al cliente è fondamentale e influenza molto l’esito del lavoro.
    Allo stesso tempo è molto importante anche per noi, per carpire quante più informazioni possibili, conoscere il cliente e tenere tutte le informazioni ben tracciate e sempre a disposizione.

    Ottimo documento, peccato il poco spazio… nel caso si può dividere in 2 pagine e stamparlo fronte /retro

  5. Ciao Julius e grazie per lo spunto!
    In effetti quando incontro un cliente ho in mente una scaletta ma questa si evolve e varia a seconda di come va il briefing. Infatti molto spesso ha tante idee e “ben confuse”, mescola i mezzi di comunicazione e non ha idea degli step da seguire.
    In genere al primo incontro, dove prendo un sacco di appunti e capita che faccia anche qualche schizzo, faccio seguire una e-mail riassuntiva con i punti chiave toccati all’incontro. Questo sia per chiarirsi meglio senza fraintendimenti sia per facilitarmi sulla preparazione del preventivo.
    Ancora grazie!
    Ester.

  6. Ciao Julius, ottima linea guida!
    non credo che il documento sia cosi tecnico da essere comprensibile solo agli “addetti ai lavori”… alla fine sono tutte informazioni che l’imprenditore-cliente dovrebbe sapere e conoscere.
    Trovo che l’idea di Federico Pian e Steve, di inoltrarlo al cliente e avere il suo primo feedback, sia il secondo passo più importante prima della pianificazione definitiva del progetto finale.

    Come al solito complimenti! :-)

  7. Ottimo per sintetico e perché permette avere tutto presente con un semplice colpo d’occhio.
    L’unica cosa di cui sento veramente la mancanza è una parte dedicata alla SEO (soprattutto una prima indicazione dei criteri di ricerca per cui posizionare un sito).
    Lo dico perché è sempre meglio ottimizzare on page un sito mentre lo si sta realizzando. Altrimenti poi viene un tipo come me (consulente SEO Web Marketing) e si rischia di dover smontare tutto e rifare il sito da capo.
    Perfezionerei anche la sezione “Comunicazione” aggiungendo la voce “Blog”, perché è il punto d’unione tra sito e social media, essendo un blog aziendale un elemento essenziale per la SEO ed il Brand Marketing, ma essenzialmente un elemento di dialogo con i clienti/utenti e, perció, sociale.

    Twitter: @gfiorelli1

  8. che bello ed interessante…lo scarico subito… una bella mossa. Ideale per iniziare e mettere nero su bianco alcuni punti fondamentali..

  9. Grazie Julius,
    gli articoli del tuo blog sono sempre illuminanti, il documento che hai creato è veramente utilissimo. Grazie mille
    Elisa

  10. Su alcuni clienti esigenti purtroppo non basta. Nella maggior parte dei casi, il progetto finito è lontanissimo da quello che si è deciso all’inizio. Anche se hai compilato questo o altri moduli,firmato contratto,ci sono clienti che cambiano le carte in tavola ogni giorno!

Commenti