Una delle caratteristiche fondamentali per chi lavora online è rendersi visibile ai potenziali clienti sul web.

Ci sono svariati metodi per rendersi visibile sul web e attirare i clienti a noi utilizzando i servizi e alcune strategie che il web ci offre.

Se vogliamo essere trovati sul web sicuramente dobbiamo esserci, avere uno spazio in cui poter condividere con gli altri le nostre passioni, lavori, servizi.

Vediamo insieme alcune tecniche per acquistare visibilità.

Sito Istituzionale

Per un’Azienda o chi lavora sul web è un must, ovvero uno spazio in cui poter dare la possibilità di far vedere chi siamo, cosa offriamo e perchè lo stiamo facendo.

In genere 5/6 pagine statiche in cui vi era la storia e i miracoli del brand, diciamo che ora con l’evoluzione del web possiamo sviluppare meglio questo tipo di comunicazione.

Blog

Con l’evoluzione dei social media, la comunicazione ha fatto un passo avanti e ha introdotto svariati sistemi e servizi sui quali è possibile acuisire un certo numero di traffico.

I Blog sono stati uno dei mezzi più utilizzati da Aziende e Professionisti per condividere le proprie passioni e lavoro.

Un contatto più diretto con potenziali clienti e appassionati capace di creare un ampio margine di traffico.

Questo tipo di comunicazione ha permesso di comunicare in modo costante e aggiornare i potenziali clienti e fan di tutte le nuove attività o prodotti, umanizzando il brand.

Social Media

Con l’introduzione dei Social Network abbiamo avuto un sistema ancora più funzionale per focalizzando l’attenzione sul nostro brand a un gruppo di persone.

Oltre a monitorare l’andamento di un Brand con i Social Media, abbiamo la possibilità di ottenere una visibilità e traffico considerevole se contiamo il grande margine di adesione.

Facebook, Twitter, YouTube, Linkedin sono solo dei pochi esempi per capire quanto queste tipo di piattaforme, se usate correttamente, ci permettino di avere più canali di entrate per la comuncazione del nostro brand.

Risultati del Sondaggio

Ecco il risultato del sondaggio su circa 318 voti.

Come vediamo dal sondaggio i Social Network sono lo strumento più utilizzato per promuovere il proprio brand.

In seconda posizione e terza troviamo il Blog e il Sito Istituzionale ovvero i canali principali in cui sarà canalizzato il flusso dai social network.

Ecco 2 commenti condivisi nel post precedente che vi ripropongo:

Corrado scrive:

Io penso che se voglio aumentare la mia visibilità su internet devo prendere in considerazione TUTTI i primi 6 punti (soprattutto perchè gratuiti), AdWords lo classificherei come opzionale (solo se si vuole spendere qualche euro), mentre la pubblicità cartacea la escuderei per il semplice motivo che è troppo costosa in relazione al numero di “visite” potenziali (in alternativa preferisco adwords).

Sono daccordo al 100% con fedeweb sul fatto che YouTube abbia un potere enorme, non solo per quanto riguarda la pubblicità, ma soprattutto a livello di seo… molte volte sottovalutato!

Alessandro scrive:

Credo che basilare sia il sito web ben struttura e aggiornato (sigh sigh ad avere il tempo di farlo…). Partecipare a social network e forum del settore dove si lavora e in quelli in cui si ha particolari interessi.

Per quanto riguarda la pubblicità cartacea, si ha ragione Corrado come idea di massima, il tutto dipende dal target a cui ci si rivolge e al modo di sfruttare i diversi mezzi cartacei.

Credo che se imposti una campagna mirata ad un determinato target con mezzi sviluppati ad hoc il mezzo cartaceo ha un suo fascino inarrivabile dal web, questo naturalmente vale a seconda del tipo di lavoro che fai e che vuoi pubblicizzare.

Io come grafico e web designer devo sfruttare anche quel canale per dare un valore aggiunto ai miei servizi.

Conclusioni

Avere un sitoweb, un blog, una pagina fan o un account twitter non vuol dire essere riusciti a essere visibili.

Questo è solo il primo passo che ci permette di avere più porte, più canali di comunicazione, il resto dobbiamo farlo noi con informazioni di qualità e soprattuto utili.

Il consiglio che vi posso dare è di utilizzare al meglio tutti questi canali con lo scopo di avere molteplici porte a cui fare entrare potenziali clienti.

Author

Sono un Creative Strategist con più di 10 anni di esperienza in strategie digitali. Il mio ruolo di Stratega consiste nell’ideare e sviluppare concept creativi per progetti multicanale, individuando le attivazioni e dinamiche di Marketing da applicare attraverso un approccio strategico.

14 Commenti

  1. Concordo a pieno – internet è un canale e non tutti devono necessariamente utilizzarlo al 100%. Ad esempio, lavoro in uno studio legale, ci occupiamo di compliance e risk management per intermediari finanziari. Sito e blog non sono le migliori porte del settore, molto meglio andare ai convegni ;)

  2. grazie per il link,ma ovviamente avevo già fatto la mia ricerca sul web con la bava alla bocca…e messo il link nei preferiti :P

    ahahahhahahaah…

    cmq non ci siamo,julius!!!
    se ora,oltre a darmi dritte sul mio lavoro,cominci a darmele anche sullo shopping…sono rovinato ^_____^

  3. Peccato che non trovo quella di Twitter e FriendFeed nel sito che ho linkato…

    Gamke tu hai trovato magari quei due cuscini? :P

  4. Diciamo che non esistono dei consigli buoni per tutti, ma ogni azienda deve adattare gli strumenti alle proprie esigenze. Il comportamento sul web di grandi brand è molto differente da quello di piccole società o di singoli professionisti.

  5. nno, enea. non lo vedo neanch’io.
    magari non è piu disponibile…
    io riproverei a guardare ogni tanto.
    magari lo mettono di nuovo in vendita :)

  6. L’ artcolo riassume tutti i punti cruciali è vero che i mezzi a nostra disposizione sono moltissimi, fa finche i nostri potenziali clienti o lettori che siano non trovano in noi le giuste caratteristiche per far si che si affezionino, allora i nostri sforzi risulteranno comunque vani. Metodo, professionalità, originalità e creatività devono essere sempre presenti mescolate ad una buonissima dose di pazienza.

  7. Il 3d è interessantissimo, ma secondo me occorre dividerlo in 2:
    1) si vuole la visibilità dei conoscenti o amici;
    2) si cercano nuovi clienti per la nostra attività.

    Perchè dico questo?
    Perchè ero dell’idea che i socialnetwork fossero delle belle, ma inutili, invenzioni da un punto di vista lavorativo. Ne sto avendo la prova.
    Per conto di un mio cliente sto curando un e.comm, abbiamo deciso di approdare su FB facendosi in pochissimo tempo oltre 100 amici interessati al quel settore e una promozione veramente allettante per loro. Il risultato è stato uguale a zero.
    Ne decuco che i socialn funzionano bene per le attività futili, ma non danno profitto, forse proprio per come sono visti.
    Naturalmente la mia esperienza è pochina e forse ci vogliono molti più amici e molto più tempo, ma posso affermare che ogni volta che posto un messaggio su un forum settoriale, ottengo iscrizioni al sito e vendite.
    Vorrei sentire il parere di chi dai sn cerca fatturato.
    Ciao Julius, e tutti gli altri.

  8. @Luca: Se ci si aspetta di aprire una pagina su di un social (fb, twitter) e fatturare subito mi sa che ci si aspetta davvero troppo dai social.

    Serve lavoro, soprattutto su di un social network, dove la pagina non deve essere solo “iscriviti al sito xy”, ma anche discussione, condivisione, magari associato ad un’applicazione carina che promuova l’azienda (mi viene da pensare a giochini – sondaggio per scoprire quale prodotto fà al caso dell’utente)

    Insomma, senza un costante lavoro il social non converte.

  9. Ciao Julius! Uo ho sistemato tutte le impostazioni SEO al meglio seguendo diverse guide ma su google non si trova niente. I miei articoli non si trovano nemmeno cercando l’intero URL… non capisco… mi puoi aiutare? Grazie! Ciao!

Commenti