Recentemente ho tenuto un corso online sull’utilizzo di una Fan Page Facebook per i Brand, e tra le diverse risorse e documenti rilasciati ho cercato di riassumere alcuni consigli utili per iniziare a organizzare e pianificare un piano editoriale su Facebook.

Creare un Piano Editoriale su Facebook per una Brand Page non è una cosa semplice, ed è probabile che non bastino sole 6 mosse.

Ma andiamo per ordine, e vedamo alcuni suggerimenti che ho voluto raccogliere in una mappa concettuale che sarà possibile scaricare.

Se avete altri consigli sarò lieto di leggere i vostri commenti nell’articolo e aggiugere utili consigli nella mappa.

Guarda e Scarica la Mappa

Guarda la Mappa / Scarica PDF

1. Conoscenza del Brand

Prima di creare qualsiasi contenuto o idea dobbiamo avere una conoscenza chiara e corretta del Brand.

Cerchiamo di analizzare bene la storia del brand, partendo dal sito ufficiale ai propri prodotti fino ai propri consumatori.

Partiamo dal coordinamento grafico alla chiarezza del Target primario che farà parte della nostra community.

I dati di partenza che abbiamo bisogno per identificare quale sarà la nostra community ideale, quindi anche target possono essere Età, Sesso, Interessi, Passioni, Livello Demografico.

2. Contenuti

I Contenuti sono determinanti per un piano editoriale, un buon mix tra Testo e Immagini può portare grande engagement.

Immagini: Le foto aumentano le interazioni nei nostri post rispetto al solo testo, consigliato ideare ed organizzare i contenuti foto in rubriche album  strategiche.

Il testo è importante ma non deve essere l’unica forma di comunicazione, cerchiamo di essere proponitivi con Domande o Contro Risposte, ricordiamoci sempre anche di supportare il testo con link e hashtag.

I video sono molto coinvolgenti e potenzialmente più condivisibili, sfruttiamoli a pieno anche modificando le loro informazioni (titolo, descrizione).

3. Tono di Voce

Il “Tono di Voce” è il modo con il quale a livello copy si interagisce con la propria community.

A seconda della nostra community possiamo essere più o meno informale, in modo da costruire un rapporto dinamico e genuino con i Fan.

Richiamare la nostra community con un “Nome/Gruppo” unico aumenta l’ingaggio con i nostri fan.

Ecco un piccolo Esempio pratico di Copy:

Brand: BirraMoretti: “Amici e amiche del Baffo“.

Brand: Red Bull: “Cari Sportivi oggi…“.

4. Documento Q/A

Documento testuale nel quale inserire domande e risposte tipiche, che la community potrebbe richiedere, in modo da avere delle risposte rapidi con cui rispondere.

Per tutte le altre Domande non presenti nel documento sarà necessario avere un referente all’interno del Brand.

Il Documento può essere un’ottima soluzione anche per gestire le domande frequenti relative all’attivazione di un concorso FB.

5. Calendarizzazione

Una volta deciso i contenuti è fondamentale calendarizzare la pubblicazione dei singoli contenuti decidendo data e orario.

Non esiste un orario e un giorno perfetto per tutte le fan page, ma a seconda della tipologia e obiettivi cambia, analizziamo bene i nostri report e i risultati in termine di ingaggio che otterremo.

Da diverse statistiche gli orari con maggiore interazioni sono dalle 10:30 alle 12:00 e dalle 16:00 alle 18:00.

6. Gestione Crisi

Ricordiamoci sempre che stiamo scrivendo su una Fan Page a nome di un Brand, noi rappresentiamo la marca.

Rispondere pubblicamente e privatamente sempre in modo diplomatico, siamo sempre in balia di screenshot condivisibili.

Ti voglio spiegare una semplice tecnica che ho chiamato “Spegnere un Incendio“.

Può capitare di ricevere commenti negativi, e spesso il non rispondere o aggredire, può provocare una reazione a catena negativa.

Per non fare aumentare i commenti negativi in modo virale, una volta risposto pubblicamente, è consigliato cercare il successivo confronto con l’utente in modo privato, via messaggio privato in fanpage.

Un’altra soluzione può essere quello di lasciare una email ufficiale a cui far continuare la discussione, in modo da non lasciare accesi focolai nuovamente incendiabili.

Questo ci permetterà di limitare i datti e contenere un eventuale crisi di gestione.

Author

Sono un Creative Strategist con più di 10 anni di esperienza in strategie digitali. Il mio ruolo di Stratega consiste nell’ideare e sviluppare concept creativi per progetti multicanale, individuando le attivazioni e dinamiche di Marketing da applicare attraverso un approccio strategico.

11 Commenti

  1. Trea gli orari aggiungerei dalle 6 am alle 8 am, tantissimi interagiscono volentieri in Facebook al risveglio, … before, during and after breakfast .

  2. Ciao. Sempre ottimi consigli. Volevo chiederti
    1 cosa veloce se puoi rispondermi.
    Se apro una fan page ma sbaglio
    ‘tipo’, cioè apro la pagina come impresa
    Locale ma poi mi dicono che deve essere
    Un MARCHIO/BRAND come faccio?
    Grazie mille x l’eventuale risposta.

  3. Grazie Giuliano. I tuoi suggerimenti e le informazioni che ci doni senza riserve e senza limiti, sono davvero preziosi e utilissimi.
    Grazie davvero! Grazie di esistere.
    Terry

Commenti