Stipple è un nuovo servizio, molto simile a ThingLink, che permette di inserire tag interattivi su immagini e condividerle su Facebook e Twitter, con anteprima integrata.

Questa integrazione con Facebook e Twitter è proprio la novità riguardo servizi simili, soprattutto per Facebook con il quale sarà possibile indicare su imamgini condivise, link esterni contestuali, video e addirittura link a fan page.

Per farti capire puoi provare un esempio in azione su Facebook oppure su Twitter con i quali avrai modo di apprendere il potenziale di questo servizio integrato con i social media.

Come Funziona Stipple?

Stipple è un servizio gratuito, con possibilità di advertise mirato premium,  che permette di caricare immagini e annotare con dei tag interattivi, informazioni aggiuntive.

Il team di stipple ha ben chiaro il business model, a differenza di altri noti social visual image come Pinterest che forse ancora lo devono capire, e lo dimostra in questa pagina Advertiser.

Una volta registrati sul sito potremo iniziare a taggare le nostre immagini con link esterni e condividere la URL univoca su pagine web o social media con anteprima.

Stipple introduce il concetto evoluto della tag su foto, forse quello che avrebbe dovuto fare anche Pinterest?

Ogni tag è visualizzato con un cerchio nero associato da un’icona definita a seconda del formato link, immagine, video, sito web e una volta selezionato possiamo inserire determinate informazioni come titolo, link esterno, caption, descrizione.

Ovviamente una delle meccaniche molto interessanti di questo servizio, è proprio la possibilità di contestualizzare gli oggetti in foto a shop esterni, infatti Stipple per ora è integrato con Etsy o con importazione di file .CSV per grandi mole di informazioni.

Inoltre abbiamo la possibilità di convalidare il nostro sito web o portale al servizio, in modo tale da poter tenere traccia di eventuali statistiche nate da fonti esterne.

Embed in Siti Web

Anche in questo caso il servizio ci permette di integrare le nostre immagini interattive, con semplici codice Embed in Flash, anche su qualsiasi tipologia di pagina web.

Una volta con il puntatore del mouse sopra l’immagine, attiveremo i tag interattivi, in questo caso solo uno per acquistare l’oggetto su Amazon.

stippled-photo

Inoltre la condivisione, come vi dicevo prima, avviene anche tramite social media con anteprima automatica, concetto e funzionalità da non sottovalutare.

Ogni foto ha associato un pannello di statistiche molto interessanti riguardo la visualizzazione e ingaggio.

Stipple è Community

Stipple ha iniziato a rilasciare delle API per tutti gli sviluppatori che hanno intenzione di configurare in modo più personalizzato le funzionalità del serivzio.

Inoltre non si sono limitati a creare un servizio di tag interattivi su foto, ma hanno creato uno spazio community nel quale è possibile seguire i propri amici e visualizzare altre immagini interattive.

In questo modo iniziano a costrutire una community di utenti, che come sappiamo è sempre un indice interessante che valorizza lo stesso brand.

Un servizio del genere se sarà sempre più integrato nei social media, soprattutto con Facebook, potremmo aspettarci un acquisto lampo strategico in casa FB.

Questo è un tool molto interessante, e secondo me il nostro caro Mark Zuckerberg potrebbe farci un pensierino, per risolvere il problema di monetizzazione della grande mole di immagini su Facebook.

Cosa ne pensi di questo servizio?

Author

Sono un Creative Strategist con più di 10 anni di esperienza in strategie digitali. Il mio ruolo di Stratega consiste nell’ideare e sviluppare concept creativi per progetti multicanale, individuando le attivazioni e dinamiche di Marketing da applicare attraverso un approccio strategico.

10 Commenti

  1. Lorenzo

    Ciao J sempre sul pezzo! Come dici tu stesso l’aspetto vincente è proprio sull’integrazione tra i social, o meglio in Facebook.

    Peccato solo che si debba attivare con un click.. sarebbe molto bello integrato totalmente in facebook!

  2. A Facebook ancora manca la monetizzazione con le foto, è questa potrebbe essere interessante soprattutto per i brand!

    Una funzionalità a pagamento solo per brand?

  3. Davvero una bella novità grazie! chissà ora come si svilupperanno le cose….

  4. Mi piacerebbe vederne degli esempi su FB e G+, ne ho cercati ma con poca fortuna.

    Qualcuno che mi sa dare qualche link?

Commenti