A seguito della prima Market Conference del 29 febbraio scorso, il team di Facebook ha annunciato diverse novità relative alla nuova Timeline delle pagine e alle modalità di Ads nel social network.

Proprio quest’ultime hanno subito una grande revisione, chiamiamola così, e sono state introdotte Le nuove Premium Ads, I Post in page e Le Offerte.

Andiamo a vedere insieme queste novità nel campo advertising del famoso social network che colpirà anche la versione mobile.

1. Premium Ads

Le Premium Ads sono le normali pubblicità semplicemente riposizionate per aumentare l’engagement e influenzare maggiormente l’utente.

Inoltre, il range a disposizione di inserzione è aumentato grazie comparsa dei Post in page.

Come si può vedere dalla foto, le inserzioni verranno riposizionate, come per esempio nello stream della bacheca e  nel proprio profilo sotto alla copertina.

Potrebbe sembrare invasiva della pubblicità nella propria Timeline?

Al momento è già presente, in basso a destra, nel proprio pannello, ma è decisamente meno visibile rispetto alla nuova posizione assegnata che è, attenzione attenzione, opzionale.

Ma come si differenziano questi tipi di inserzioni?

Prendendo come esempio il film Titanic riportato nell’immagine, chi non è fan vedrà la Ad solo nella barra di destra, mentre chi è fan della pagina potrà trovare l’inserzioni anche nello stream di bacheca. Lo stesso vale anche per il mobile.

La grandezza del post a destra è di 5px-10px e verranno utilizzate come inserzioni i post pubblicati nelle Brand pages, quindi direi di continuare con il secondo punto.

2. Post in page

Si potranno utilizzare come modelli di inserzioni sei tipi di post: aggiornamenti di stato (solo testo), foto, video, link, sondaggi ed eventi. I fan delle pagine che utilizzano questo tipo di Ad potranno interagire dando il like, commentare e condividere l’inserzione.

Queste nuove Premium Ads sono state pensate per aiutare i Brand ad aumentare il numero totale di persone che interagiscono con loro e il Talking About This, “sbloccando” il potere dei fan e dei loro amici.

3. Facebook Offers

Passando alle Offerte, queste sono davvero delle novità per il nostro mercato (dato che i Deals in America e dintorni già erano presenti).

Pensate per attrare nuovi clienti verso le proprie Brand pages e negozi, le offerte aumentano l’esposizione e la brand awarness del marchio e possono essere utilizzate come premium Ads.

Come si crea un’offerta?

Molto semplicemente basterà accedere alla suddetta sezione nella propria pagina, completare i vari campi simili a quelle delle inserzioni e il gioco è fatto!

Come già anticipato, il metodo per condividere più velocemente le offerte è utilizzando le Premium Ads che Facebook offre.

Nell’immagine uno degli esempi di Fastweb, che già sta utilizzando le offerte italiane da qualche settimana.

Tutte queste novità hanno lo scopo di migliorare la permanenza dell’utente online, per aumentarne l’engagement e l’interazione.

Ma siamo sicuri di volerci vedere comparire pubblicità nel bel mezzo della nostra bacheca? Non potrebbe infastidire più di qualcuno?

Già gran parte degli utenti non approvano la Timeline nei profili privati, figuriamoci cosa accadrà con queste nuove Ads in stream.

Voi cosa ne pensate?

Author

Intraprendente "Social media addicted" di Treviso, al momento lavora in un'agenzia web della sua città nel reparto di Social Media e Reputazione Online.

14 Commenti

  1. Ma noo che palle sto FB ora dopo la timeline ci ammazzerà con la pubblicità

  2. Riccardo

    Sicuramente nuove opportunità di business, interessante il video nella cover timeline, probabilmente video adv spot alla youtube?

  3. Altro bel articolo per i contributo di juliusdesign bravi tutti!

    Julius scegli proprio bene eh? Ottimo valore aggiunto oltre i tuoi articoli stupendi!

  4. @ Riccardo:
    Non esattamente, le ads (opzionali) che andranno sotto la cover saranno dei post in page delle pagine aziendali quindi a completo piacimento dell’inserzionista. Avranno il testo classico più l’elemento multimediale, quindi non propriamente come quelle di YT :)

  5. Quello che era il miglior social network si appresta a diventare un carrozzone con addosso più pubblicità indesiderata di un pilota da Formula 1?

  6. @ Simone:
    Bel esempio ;) la cosa simpatica é la possibilità di utilizzare i post page come ads, quella é indubbiamente una bella cosa, si può dare visibilità a delle “perle” (se potessi metterei virgolette ancora più grandi) che magari passerebbero inosservate. Nulla toglie che sì, Facebook stia diventando più un luogo di lucro che di altro.

  7. Bell’articolo Alessandro, sintetico ma estremamente chiaro.
    Inevitabile che Facebook percorra questa direzione, dopo la quotazione in Borsa è ormai vitale produrre utili e fatturato, cosa che viene garantita solamente con la pubblicità. Il problema, a mio parere, non sta tanto nelle nuove possibilità che offre Facebook (che se ben utilizzate possono portare un vantaggio effettivo ai brand) ma alle modalità, ancora parecchio rozze nella maggior parte dei casi, di creazione di engagement e brand awareness sulle fan pages.

  8. @ Matteo Pecora:
    Grazie molte Matteo! Io vedo queste nuove Ad abbastanza adatte all’obiettivo che perseguono, ovvero, sappiamo tutti che 2/3 dei post che una piccola azienda pubblica sulla sua pagina, non vengono badati da nessuno, anche se rivelano le notizie del secolo, quindi oro per quanto riguarda i Page Post e compagnia bella. La modalità é rozza? Può essere, qualcuno se ne lamenterà? Non penso, dato che si possono fare anche piccoli investimenti come un centinaio di euro per fare una piccola campagna Ad. Oltretutto, con l’introduzione delle Offerte si aprirà un nuovo mondo, figurati! ;)

  9. Finalmente qualche novità per gli ADS nelle inserzioni, come erano prima (ma sono già attivi?) li trovavo abbastanza inutili. CTR altissimi ma conversioni molto inferiori rispetti agli ads nella colonna di destra.

Commenti