Adobe Photoshop è lo strumento più utilizzato per la manipolazione di immagini e per altre attività del nostro lavoro di web designer.

Dobbiamo sapere che sono disponibili diversi servizi gratuiti alternativi al famoso photoshop che hanno la maggior parte delle caratteristiche del noto programma.

Scopriamo insieme le 10 migliori alternative gratuite a Photoshop.

GIMP

Paint.net

Photobie

Pixelmator

Inkscape

Pixen

MAGIX Xtreme Photo Designer

Krita

Photoline

Pixia

Author

Sono un Creative Strategist con più di 10 anni di esperienza in strategie digitali. Il mio ruolo di Stratega consiste nell’ideare e sviluppare concept creativi per progetti multicanale, individuando le attivazioni e dinamiche di Marketing da applicare attraverso un approccio strategico.

26 Commenti

  1. Mr. White ha scritto:

    Pixelmator non è gratuito.

    Quoto mr. white, anche se è possibile provarlo.
    Paint si chiama paint.net :) sennò ci si confonde con paint classico (bleah bleah)

  2. Alessandro

    Scusa Julius ma stavolta non sono d’accordo con te per niente.
    Non esistono alternative al massimo…sempre che te voglia ottenere il massimo!
    Cioè, essendo un grafico, dubito fortemente che riesca a fare ciò che faccio con altri programmi che sono più giochi o passatempo, ma non di certo valide alternative a photoshop..
    Il freelance è un lavoro durissimo, devi sempre dare il massimo e sbalordire il cliente..non penso che te lo faccia utilizzando Gimp o paint.net…eheheheh!
    Se uno vuole il massimo, secondo me, deve essere disposto a spendere, sennò meglio che cambia lavoro.
    Complimenti per il blog, sei un grande!

  3. Guglielmo

    Infatti, sono d’accordo con Alessandro, nessuno di questi programmi è lontanamente paragonabile a Photoshop.
    La grande facilità di utilizzo di Photoshop e le molte funzioni, tipo la funzione di Taglio per i siti web sono davvero eccezionali.

    Poi per precisare, GIMP fa davvero pena.

  4. @julius: inkscape non lo vedo tanto come alternativa a photoshop, ma piuttosto a illustrator

    @Guglielmo: come fai a dire che GIMP fa pena? lo hai provato?

  5. Qui stiamo parlando di manipolazione di immagini, ovviamente photoshop penso sia il RE incontrastato, ma alcuni dei software indicati ti danno un buon supporto in caso di effetti o modifiche qualora abbiamo dei problemi di accesso a PS.

  6. Emanuele

    @Alessandro
    Se uno sa usare un programma come GIMP non ha bisogno d’altro per sbalordire il cliente

  7. Emanuele ha scritto:

    @Alessandro
    Se uno sa usare un programma come GIMP non ha bisogno d’altro per sbalordire il cliente

    Quoto pienamente. io sono dell’idea che se uno sa usare bene un programma di grafica può fare tutto quello che vuole. Magari con GIMP si sta di più a fare determinate operazioni, ma non dimenticate che è gratuito e che photoshop ha “copiato” anche alcune funzionalità di gimp nell’ultima versione.

  8. Emanuele

    @Julius
    scusa potresti mettere i credits per la foto? (cosa per altro da fare a prescindere dalle richieste ;) ) … mi piacerebbe vedere il portfolio del fotografo

  9. In effetti ogni tanto Julius scivola su bucce di banana che non si capisce se messe ad “arte” perche’ impiegherebbe meno tempo a dare una controllata anche veloce di quello che impiega nel scegliersi le immagini per “Illustrare” gli articoli…

    in quella lista non solo almeno tre soft non sono free , anche se l’argomento non e’ “free allo stesso livello di”….
    ma alcuni , almeno due , non ci entrano un accidenti con Photoshop come filosofia di soft in se….
    Alla fine della lista non resta praticamente “nulla”….

    MHA’…. peccato… perche’ il livello generale del blog e’ fuori discussione, ma perche’ questi scivoloni tipicamente “italiani” ?
    NON E’ NECESSARIO SCRIVERE TUTTI I GIORNI SE NON C’E IL TEMPO PER FARLO BENE… DAI…..

  10. @Neck: non la farei tanto tragica, siete sempre pronti a criticare alla prima svista… penso che questa lista si basi su diverse raccolte ufficiali che ci sono in giro sul web e comunque ho scoperto dei software che non conoscevo, anche se photoshop rimane il numero uno…

  11. Bella lista! alcuni non li conoscevo.

    Photoshop “se lo sai usare” non ha concorrenza! se invece devi fare operazioni piu’ semplici ben vengano programmi di questo tipo;

    Io per esempio agli amici non professionisti consiglio spesso il programma free Photoscape.

  12. Inskape è un vettoriale a tutti gli effetti.
    @Federico Pian: mi dispiace ma non sono d’accordo. Se usi GIMP per la grafica vuoi o non vuoi prima o poi dovrai incontare la gestione del colore. GIMP supporta gli standar ISO per la correzione colore? Come faccio ad imporatre un profilo colore su Gimp?I Pdf sono affidabili?Ogni buon utente linux ammette che se fai grafica devi rimanere ai sistemi proprietari. Questo è un dato di fatto. Io sono a favore dell’ open source e mi dispiace non poter utilizzare ubuntu. Ma purtroppo i fatti parlano chiaro.

  13. Gimp è perfetto per un webdesigner e per il fotoritocco annesso.
    Poi se lavorate per Vogue avrete di certo le vostre esigenze e le vostre preferenze….
    ma tenete conto che la differenza la fa il grafico, non il programma!!

    Una volta esisteva pure CinePaint, un fork di Gimp principalmente rivolto alla gestione dei colori con supporto a 8,16 e 32 bit utilizzato per film tra i quali Harry Potter, l’ultimo samurai, il signore degli anelli e 2 fast e 2 furius. Direi che era abbastanza “professionale” (se lo usavano ad hollywood un motivo ci sarà stato) peccato però che lo sviluppo sembra arenatosi nel 2008!

  14. @ borkie:
    ok, forse sono stato un po troppo categorico…
    quello che volevo dire è che spesso, molto spesso, la gente è convinta di avere esigenze molto più grandi di quelle che ha in realtà, ritrovandosi ad usare photoshop (rigorosamente craccato) per scontornare 4 gatti e utilizzare 5 filtri in croce per poi sparare sentenze su dei programmi da loro nemmeno mai utilizzati.
    Certo, ammetto l’indiscutibile superiorità di photoshop ma è anche vero che tutto quello che sò fare con il computer lo devo ai programmi opensource e free perchè sono proprio quest’ultimi che mi hanno permesso di affacciarmi, provare, testare, bestemmiare e scegliere senza dover sborsare migliaia di euro. Quando ho cominciato a muovere i primi passi non potevo certo permettermi la suite adobe, e devo dire che oggi, dopo diversi anni ho trovato la mia combinazione perfetta (e sottolineo MIA, non universale). Certo, anche io la prima esperienza l’ho avuta con photoshop craccato (era la versione 7?? non ricordo) ma poi mi son sentito male ad essere considerato un “ladro” o un “pirata” per il solo semplice motivo che volevo imparare. Vi rendete conto??
    È per questo che oggi mi sento di dire che alternative libere esistono e che a volte (vedi eclipse) sono addirittura migliori di quelle a pagamento.

  15. @ borkie:
    Guarda hai tutte le tue buone ragioni e il tuo discorso ha senso. Però il mondo va in una direzione, che è quella degli standard ISO per il colore, io come tanti altri non posso permettermi di sbagliare solo per un discorso etico. Lo standard è quello. Non sono l’unico che fa questo discorso. Comunque Photoshop è un programma talmente vasto che utilizzarlo completamente è impossibile. Quindi le alternative ci sono ma riservata a campi specifici che non sono quelli della grafica e della fotografia. Questo è un dato di fatto. Per questo dico che alternative gratis non ce ne sono.

  16. @ borkie:
    OK. Allora sono sul serio curioso. Facciamo una prova:
    Devi stampare un portfolio di un artista o un pittore. Quindi lui ti passa le foto e tu le sistemi con GIMP. Correggi il colore. Poi vai in un qualunque service di stampa e gli dai il tuo PDF. A quel punto però non andare a casa. Stai li con loro segui un po’ il tuo file e vedi un po’ che ci fanno. Osserva e ascolta e poi raccontami gli umori degli operatori che hanno lavorato con il tuo file. Vedrai che prenderanno il tuo file e lo elaboreranno con software proprietari. Ed infine se sono riusciti a fare il miracolo e dopo aver stampato il tuo lavoro vedrai che non vorranno più lavorare con te. Non centra Photoshop. Il fatto è che al momento sul mercato le alternative per gestire un file ad alti livelli non ce ne sono. E’ un dato di fatto. Il mondo va così, vorrei anche io che l’azienda in cui lavoro non spendesse soldoni per i programmi. Ma li sfruttasse in un altro modo. Io sono dell’idea che l’open source debba essere usato da tutti, per un uso comune. Che debba essere usato soprattutto nelle scuole. Ne condivido in pieno la filosofia. Però ci sono settori dove il mondo del software libero ha dei limiti. Oggettivi. Spetta quindi all’utente che ne ama la filosofia capire che è giusto percorrere altre strade.

  17. @ Marco:
    prima di tutto ti faccio presente che ho chiaramente detto “Gimp è perfetto per un webdesigner e per il fotoritocco annesso.”
    quindi parlo di fotoritocco ed elaborazione per il web e NON per la stampa, quindi lo spazio di lavoro RGB per me è sufficente.

    Secondo, prima o poi, gimp supporterà gli spazi di lavoro CMYK, è solo una questione di tempo e poi sarà tutt’altra storia potendolo anche utilizzare per la stampa.
    Considera che gimp è alla versione 2.6 mentre photoshop è alla 12° versione!!

  18. @ Marco:

    eheheh, ognuno ha le sue esigenze:
    tu hai esigenze di stampa,
    io devo risparmiare 1000 euro all’anno!

  19. Wow che super discussione che ho lanciato.

    Sono pienamente d’accordo con entrambi e avete fatto luce sul miglior programma di grafica in assoluto (ovviamente photoshop) e il migliore gratuito (gimp).

  20. alessandro

    inkskape dove l’hai visto o chi te l’ha detto che è un’alternativa per photoshop?

    Pixelmator costa all’incirca 80€ ed è solo per MAC

    ahi ahi julius quì sei cascato

  21. Mi fa piacere vedere che ci sia tutta questa partecipazione!!
    Scivolone o no, Julius è riuscito nel suo intento, ovvero offrire a noi web designer uno strumento di crescita anche per oggi… e reputo che questo confronto a dir poco partecipato sia ancor più efficace di un font, per quanto privo di errori.

    La mia opinione a riguardo, avendo passato anni su PS e avendo tentato di migrare a GIMP… posso dire che non riuscirei mai a fare ciò che facevo prima, ma che con un po’ di sforzo si potrebbe lavorare (non giocare)

    Rimane un piccolo problema….

    Se l’open source si ferma con i progetti, PS ci mangia tutti… quindi, squadra vincente non si cambia.

  22. @ Marco:

    Che la gestione stampa sia un po rognosa, non è un novità, come non è novita che lo siano certi art director …

Commenti