Quante volte l’avremo sentito dire, “l’invidia è proprio una brutta bestia!”

Spesso però questa brutta sensazione permette a persone senza scrupolo di diffamare lavoro altrui nascondendosi dietro a nickname fasulli.

Sinceramente non mi era mai capitato di avere messaggi diffamatori, ma l’altro giorno su un articolo della Seconda Edizione di Go!WebDesign ricevo molteplici commenti addirittura con le mie credenziali.

Questo proprio non posso accettarlo! Ma ancora sono buono è ho ho dato un’ulteriore possibilità di scusarsi e di finirla qui.

La mia proposta non è stata accettata, allora sono andato a fare un minimo di indagini dall’IP usato nel commento.

Questo è il messaggio che il nostro simpaticone ha usato con le mie credenziali per diffamare il mio workshop.

Una volta rintracciato l’IP scopro addirittura altri messaggi anche su JD, allora la calma era esaurita e il disgusto aumentato.

Andiamo sul servizio IP-ADRESS e inseriamo l’IP misterioso, e selezioniamo la voce in basso Whois e come per magia avremo diversi risultati.

Se siamo fortunati otterremo subito le informazioni che vogliamo come Nome e Cognome, Indirizzo, Numero di telefono, ma se siete sfortunati come me la faccenda è un po più lunga.

Praticamente il nostro personaggio misterioso è un abbonato Satcom e dopo averli chiamati mi hanno informato che per questioni di privacy i loro abbonati non possono essere identificati per terzi.

A questo punto l’unica cosa da fare è andare alla Polizia Postale e fare una querela tramite riconoscimento IP.

Il giorno seguente sono andato in Polizia Postale e ho sporto denuncia, in tutto ho perso 3 ore del mio tempo.

Cosa succederà al personaggio misterioso?

Dopo l’approvazione da parte della questura verrà rintracciata la persona e invitata a presentarsi nella questura in cui abita.

Questa persona ha compiuto due reati gravi, il primo diffamazione e il secondo addebito improprio di identità, punibili dalla legge.

Infine sarà organizzata una seduta in tribunale nella quale il personaggio dovrà ammettere le sue colpe e risarcire eventuali danni economici.

Cosa farà Julius?

Quando la Questura approverà la mia denuncia dovrò recarmi in tribunale per rappresentare la parte lesa.

La sede in cui si svolgerà la seduta in tribunale è relativa alla sede nativa del personaggio misterioso, quindi mettiamo caso sia di Roma, dovrò recarmi lì.

Questo per me sarà ulteriore tempo perso e soldi per finanziare il viaggio, che comunque sarà addebitato al personaggio misterioso.

Julius facciamo pace?

Ho la possibilità di annullare la denuncia in qualsiasi momento, questa decisione sarà presa solo qualora ricevessi delle scuse e la motivazione di questo brutto comportamento.

Questa per me non è una crociata a senso unico, ma un modo per far capire alle persone meschine che non bisogna nascondersi dietro a nickname fasulli per screditare un concorrente.

Conclusioni

Ho ricevuto svariati messaggi poco carini nei miei confronti sul blog, più o meno pesanti, ma ci ho sempre riso sopra e addirittura giocato.

Ma in questo caso l’avermi rubato le credenziali e aver offeso un progetto, che per me è un figlio mi ha fatto davvero arrabbiare.

Penso che l’invidia possa essere un sentimento costruttivo, anche io spesso sento invidia quando vedo dei personaggi di successo o design strabilianti, ma la mia invidia si trasforma in ammirazione e cerco sempre di prendere qualcosa da ognuno di loro.

Come sappiamo il web 2.0 ci aiuta parecchio è un IP è quasi un’impronta digitale, se stai leggendo avrai capito cosa intendo.

Voi cosa avreste fatto al mio posto?

Author

Sono un Creative Strategist con più di 10 anni di esperienza in strategie digitali. Il mio ruolo di Stratega consiste nell’ideare e sviluppare concept creativi per progetti multicanale, individuando le attivazioni e dinamiche di Marketing da applicare attraverso un approccio strategico.

74 Commenti

  1. Credo che tu abbia fatto bene a fare la denuncia!
    Mi chiedo chi di noi che segue il tuo blog potrebbe mai pensare che tu possa scrive una cosa del genere???
    Credo non siano stati furbi, per non dire altro.

  2. “Penso che l’invidia possa essere un sentimento costruttivo… ma la mia invidia si trasforma in ammirazione e cerco sempre di prendere qualcosa da ognuno di loro.”

    Bravo Giuliano,
    concordo con ciò che hai fatto e che scrivi a fine post.

    Speriamo si concluda tutto in meglio.
    Buona fortuna e buon lavoro.

    Andrea

  3. Ciao Giuliano, ti sono solidale essendoci capitato anche io, anche con minacce pesantiche nn sto qui a ricordare.

    Spero che possa scoprire chi è stato,anche se, a dirti la verità. confido poco nelle leggi italiane, che in questo senso, quando si tratta di internet e privacy, sono molto poco protettive nei confronti di chi riceve minacce o truffe.
    Anyway, in bocca al lupo!

  4. Hai fatto più che bene.

    Ma cosa c’entra il web 2.0 con gli IP?
    È sempre stato possibile rintracciare a grandi linee un indirizzo IP.

  5. Spero non mi capiti mai un episodio del genere perchè questo tipo di comportamenti mi fanno proprio repulsione. Tu hai reagito in maniera impeccabile!

  6. nikowdesign

    Sai come la penso?
    Punirne uno per educarne cento…
    Vai avanti con la denuncia anche se ti chiede scusa, sarò cattivo ma nella vita la prima cosa è il rispetto.

  7. Francesco

    “Se siamo fortunati otterremo subito le informazioni che vogliamo come Nome e Cognome, Indirizzo, Numero di telefono” Non scherziamo per favore, quel tipo di informazioni non le puoi ottenere; solo nel caso in cui l’IP appartiene ad una classe riservata di IP, ad esempio di qualche università o PA, ma avrai i dati del responsabile tecnico di quel network che avrà al suo interno una lan con N postazioni.

  8. Hai fatto benissimo Julius!
    Però mi chiedo.. e se il tipo si fosse collegato da un IP non suo?

  9. @Nicolò: penso che fosse una battuta più ampia, come sappiamo la filosofia del 2.0 è un pò più vasta ;)

  10. Julius,
    hai agito correttamente. Fin qui.
    Non retrocedere. E’ ammirevole che tu sia disposto a ritirare la denuncia in caso di scuse e spiegazioni, ma troppe persone ho visto abusare dell’anonimità e del diritto alla privacy offerta dai social network e dal web in generale.
    Come hai portato alla nostra attenzione quel che è successo dovresti andare fino in fondo e pubblicare la pena e tutte le conseguenze che l’autore di questo “scherzetto” dovrà subire.
    Che ad altri non venga in mente di fare altrettanto!
    Io sono chiaramente solidale con te.
    Non posso farti risparmiare tempo, ma se ti servisse un aiuto per le spese da sostenere contaci!

  11. @ nikowdesign:
    sono d’accordo con te, non bisogna mai creare dei precedenti. Inoltre sono dell’idea che questo individuo potrebbe avere “l’abitudine” a fare scherzetti del genere, quindi una condanna pubblica può solo fargli bene.
    Per quanto riguarda l’operato di Giuliano, non posso far altro che ringraziarlo soprattutto per aver fornito delle chiare informazioni su come comportarci nel caso in cui una cosa del genere dovesse accadere a noi.

  12. Francesco

    Un’ultima cosa, fossi in te toglierei l’ip della persona che ti ha scritto quei messaggi, stai violando la legge sulla privacy e potresti ricevere una controquerela ;)

  13. Sono un Web developer, ti seguo da poco, trovo il tuo blog molto interessante e credo che il tuo modo di reagire a questo avvenimento rifletta la passione che metti in quello che fai!

    Avrei fatto lo stesso!!
    Grande!

  14. ciao, penso che il tuo dovere lo hai fatto! alla fine i prodotti sono tuoi e notificare delle incorrettezze alla polizia è un tuo diritto.

    purtroppo però un indirizzo IP non è legato ad un identità… è vero che possono risalire al router e quindi all’indirizzo fisico del pc… ma anche questo non è detto che sia quello giusto… anke i mac-address delle schede di rete possono essere cambiati.

    cmq sia dubito che tale personaggio sia stato abbastanza intelligente, anke perchè una persona intelligente saprebbe trasformare l’invidia in ammirazione come dicevi tu prima!

  15. io penso che persone come te che credono nel proprio lavoro e producano interessanti proggetti come il gowebdesign sia lodevole e sopratutto permettono la conoscenza e la crescita di un campo molto interessante e non solo da addetti ai lavori ma anche da chi è semplicemente incuriosito….

    comunque non permettere loro di scoraggiarti ma vai avanti….

  16. dalla pic con gli indirizzi ip, censura parte dei dati, lascia solo qualche cifra finale, sennò qualche bontempone puntiglioso e con tanto tempo da perdere potrebbe crearti qualche grattacapo.
    per il resto, rispetto e solidarietà!

  17. Tristezza assoluta! Non c’è niente di più brutto che vedere infamato l’OTTIMO lavoro onesto di una persona, che come Julius, sta facendo con passione ormai da anni…

  18. Io sono con te… hai ragione ed hai fatto bene… anche io ti invidio… ma la mia è invidia positiva.. e quindi si traduce in stima.
    GOWEBDESIGN!

  19. bravo Julius, io non mi fermerei a togliere la denuncia anzi andrei fino in fondo e chiederei danni e la condanna di questo atto con conseguente trascrizione nel casellario giudiziale del tipo e solo dopo attraverso pubbliche scuse sul web potrei ritirare l’accusa. Non perchè sia un bastardo ma perchè mi è successo la stessa cosa e so cosa vuol dire avere una reputazione infangata da chi non riesce a fare la “O col bicchiere” e nulla ci può dopo con del pianto o delle scuse finte. Dopo il primo punito vedi che le cose cambiano nei confronti della parte lesa. Vai fino in fondo tranquillo… chi sbaglia paga e in Italia forse qualcuno lo ha dimenticato questo detto e se ne frega.

  20. Penso che noi tutti invidiamo la tua grande abilità e talento nel fare le cose, workshop, progetti ecc. e poi come dici tu stesso ci sono sempre persone ancora più brave di noi, tutti possono imparare da qualsiasi persona.

    Alla fine siamo tutti tuoi potenziali concorrenti, ma tu cerchi sempre di darci una mano, informazioni, segnalazioni, workshop..

    Invece di apprezzare la tua grande voglia di condivisione arriva gente a diffamare, lo trovo davvero incredibile!

    Facci sapere come andrà a finire! Io sono con te!

  21. Hai tutta la mia solidarietà. L’importante è che tu abbia preso questa decisione a sangue freddo, quello che ha fatto è grave soprattutto perché non ci ha messo la faccia. E se qualcuno si lascia influenzare da un commento anonimo è un idiota.

  22. Sei un santo!!!!! Io l’avrei ripagato con la stessa moneta e perseguito fino allo sfinimento !!!! Questa gente si merita la lapidazione !!!!

    comunque, io ti invidio… ma pure tanto… infatti non riesco a stare più di un giorno senza vedere cosa c’è di nuovo sul blog !!! stavo pensando pure di tappezzare la mia camera con le tue foto, una bambola voodoo, e se riesco a trovare il tuo numero di telefono, ti faccio pure gli squilli anonimi :)

    scherzo… hai proprio ragione “l’invidia è una brutta bestia” e la signorilità che ti contraddistingue, ti ha portato a valutare pure il perdono… Ci si lamenta tanto che nessuno fa niente per migliorare “lo stato delle cose” in generale… quando poi nasce un elemento come te che mette la sua conoscenza a disposizione di tutti, si ha pure il coraggio di arrivare a tanta meschinità e pochezza…

    Ti ammiro Juliius !

    P.S.
    se dovessi avere bisogno all’udienza, fammi sapere ;)

  23. Texas138

    Hai fatto benissimo!!! secondo me hai fatto tutto quello che secondo me andrebbe fatto…
    pero’ ho paura che SE il “simpaticone” ha il pelo (nel senso che è uno che ne sa…), ed ha fatto le cose per bene… non è cosi’ semplice andarlo a pescare…
    e altra cosa caro Julius la polizia postale di queste denuncie ne ha a bizzeffe (ahimè)… e spesso si hanno tempi di attesa infiniti… oppure si cade nel nulla…
    Ad ogni modo valuta una cosa: un sacco di gente (me compreso) sta dalla tua parte…
    Il Simpaticone (per modo di dire…) che ti ha scritto ca…volate è uno solo…
    Vai diritto per la tua strada… prendi tutte le tue misure del caso… pero’ ricorda… non ti abbattere!!!! (anche perchè i tuoi articoli mi piacciono ;) )
    ciao!!!!

  24. pasquale

    Grande julios hai fatto bene…la prossima volta ci pensano 2 volte prima di fare queste cavolate….fatti risarcire per bene,mi raccomando cosi’ almeno se lo ricordera’ per sempre!!!

  25. a me è capitata la stessa cosa, c’era uno che si firmava con il mio nome nelle mail, e si presentava come se fosse me, e cosa ancora più sciocca dava sia il mio recapito fisso che quello mobile, anche se a tutti diceva di rispondergli via mail. Un giorno uno di queste persone mi ha telefonato , perchè aveva un problema nell’inviare le mail e alla fine sono riuscito a rintracciarlo, prima per dirgli di smetterla e subito dopo per dirgli che lo volevo denunciare , e infine lui ha smesso.

    Molte volte questi gesti sono fatti , per inviadia come dici tu, altre volte per come nel mio caso, per utilizzare il mio nome , per avere più conoscenze, e in altre occassioni per denigrare il buon nome di una qualsiasi attività.

    Seconodo me hai fatto giusto , così si impara.

    Sperando che non spunti qualche altro nuovo seccatore, ti auguro una buona giornata :)

  26. Julius, chi ti segue da tempo sa benissimo che tu non faresti mai cose del genere.
    Personalmente credo che la denuncia andava fatta, ma non aspettarti grossi risultati.
    Ricordati che la gente che ti segue (me compreso) ti stima moltissimo per la tua voglia di condivisione e disponibilità.
    Ti auguro ogni bene e ti faccio un grosso in bocca al lupo per tutti i tuoi progetti futuri.
    Ciao.

  27. Julius, non so quanto influisca l’invidia o l’imbecillità. Comunque hai la mia piena solidarietà (per il tempo perso più che altro) e la mia stima. Post tra l’altro utilissimo in caso succedesse ad altri.
    Complimenti e andiamo avanti ;)

  28. Non sono d’accordo su come hai reagito.
    Quante storie per una critica spinta… addirittura la polizia postale. ROFL
    Bastava ignorarlo e cancellare il commento.
    Lo scopriamo oggi come è fatto il web? Ma dai…

    Cito questo da WebCapital:
    “Arrabbiarsi per le critiche: Il mondo del blogging è pieno di persone invidiose e pronte a screditarti al primo errore, come nel mondo reale, quindi evita di prendertela e rispondere a queste critiche. Il metodo migliore è rispondere in maniera pacata, civile, spiegando le tue ragioni.”

    http://www.webcapital.it/errori-comuni-commessi-dai-blogger/

    Hai perso punti.

  29. …. penso tu sia stato veramente calmo…. ma purtroppo la polizia postale potrà fare ben poco….. forse ti conviene assoldare un mega hacker …. :-)

  30. Ma non ho capito che senso ha screditarti?
    Persone che non hanno un cacchio da fare tutta la giornata… credo.
    Comunque appoggio la tua iniziativa…
    nuZz

    PS: ragazzi non andate su nuZz… vi truffano!
    :D

  31. Ciao Julius sono un tuo accanito lettore, non vorrei fare il Detective ma questo messaggio su gowebdesign non ti sembra un pò strano?

    Volgarmente dalle mie parti si dice: “Quando c’è puzza, il primo ad accorgersene è quello che l’ha fatta!”

    Tienici aggiornati!

  32. Fabio1971

    Ciao

    complimenti x tutto, ma credo che dovresti lasciar perdere…

    nel web capita spesso, non credo la Polizia Postale darà grande attenzione al tuo caso, fortunatamente è una cosa piuttosto lieve (non riguarda sfera sessuale, minori, phishing, truffe ecc.) per cui credo che abbiano altre priorità (quelle, appunto)

    Questo accade non solo sul web, considera che poi non hai in mano delle gran carte, ma solo generici dati non univoci…

    Pensa, questo mi è successo mesi fa per strada, non sul web: la motrice di un TIR mi ha tamponato più volte (le successive alla prima, volontariamente) per ripicca per una mia manovra, sull’Aurelia in centro città, ma non avendo preso la targa completa (ma avevo solo tre cifre e un testimone oculare, oltre me) mi hanno detto chiaramente che potevo fare tutte le azioni legali che volevo, tanto non ci sarebbe stato nessun esito…

    e tutto sommato credo di capirli, è cercare un ago nel pagliaio, in entrambi i nostri esempi

    questo per renderti l’idea, non certo per scoraggiarti

    Saluti
    FABIO

  33. @ Ray:

    Vorrei vederre te se uno si spacciasse per te e commenterebbe in questo modo una tua idea…

    Io lo ritengo un comportamento molto giusto!

    Spero che siano capaci di darti una mano Julius anche se i tempi della polizia postale saranno lunghi con tutte le pratiche che avranno…

    Sempre un complimenti per il Blog!

  34. scusa ma come sei riuscito a rintracciare l’IP da un semplice commento????

  35. @brusk88: wordpress registra gli ip di tutti i commenti, come succede su tutta la maggior parte delle piattaforme blog

  36. Ben fatto per almeno un paio di motivi

    1) Per dimostrare che internet è uno strumento e non un mondo a parte dove valgono regole completamente diverse dal mondo reale

    2) Come vademecum per altri che si trovassero nella tua stessa condizione.

    Byez.

    P.S: Ricordo a tutti che quando si naviga si lasciano tracce ben oltre la data e l’ip pubblico, e giusto per fare un esempio questa è una riga tipica di un log di un webserver:
    xxx.xxx.xxx.xxx – – [06/Jun/2010:04:32:31 +0200] “GET / HTTP/1.1” 200 55898 “-” “Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 7.0; Windows NT 5.1; .NET CLR 1.1.4322)”

    Dove si vede per esempio, lo user agent, che cambia spesso da macchina a macchina.

    Ecco se cominciamo a mappare tutte queste righe e a trovare dei riscontri anche su uno solo degli N computer che accedono per esempio tramite un proxy (che a sua volta tiene altre tracce) vediamo che si può trovare la persona per nome e cognome.

    Per carità ci sono mille modi per diventare anonimi in rete, ma mi sto rendendo conto che diventano sempre meno e meno semplici da attuare.

    Ri-Byez

  37. Ben fatto! E complimenti per la determinazione. Dai che se devi rivenire a Roma ti porto io a mangiare alla romana, altro che “aperitivi” vari…

    Raffaello

  38. BEN FATTA!
    In caso di scuse a differenza tua non annullerei la denuncia cmq..
    Troppo facile! Servirà di esempio a chi avrà le stesse intenzioni in futuro… Avanti così :)

  39. Caro Julius, anch’io t’invidio molto :o)

    Però la mia è l’invidia buona che mi spinge a migliorare costantemente per arrivare ad avere un sito del tuo livello.

    Oltre a rinnovarti i complimenti che ti ho già fatto in passato, ti esorto, qualora le cose dovessero procedere, a chiedere anche qualche piccolo danno morale al colpevole di questi reati :o)

    Un saluto

    ZioRiP

Commenti