WordPress è un content management system ovvero un sistema di gestione dei contenuti che si focalizza sugli standard web e sull’usabilità.

WordPress è diventato più di un semplice strumento di blogging, ora è possibile creare qualsiasi tipo di sito che si possa immaginare con il giusto uso di plugin e temi.

Spesso molti non riesco ad entrare nell’ottica di WordPress, e capire che questa piattaforma non serve solo per creare e gestire blog.

Grazie ai plugin e i costanti aggiornamenti abbiamo la possibilità di aggiungere componenti per aumentare le funzionalità del nostro progetto in modo totalmente gratuito.

La gestione e quindi l’amministrazione da parte del cliente è davvero semplice e chaira, questo ci permette di avere un’area di back office personalizzabile, funzionante e semplificata.

Uso alternativo di WordPress

E-Commerce

Quante volte ci è capitato di dover creare un E-commerce?

ShopPlugin ci permette di trasformare WordPress in una piattaforma per gestire la vendita e acquisti di prodotti sul web.

Annunci di Lavoro

JobPress è un ottimo plugin che ci permette di usare WordPress per gestione annunci di lavoro.

Il plugin è a pagamento, circa 79 dollari, poco considerando il grande lavoro svolto e per quello che si può sviluppare.

Social Network

Grazie a BuddyPress è possibile creare un vero e proprio Social Network e una community appassionata.

L’installazione e la configurazione non è semplice ma il risultato finale è di successo.

 

Forum

BBPress permette di gestire e impostare WordPress come un Forum e creare una community.

Il grande sviluppo sugli standard web e sull’usabilità di WordPress aumentano il valore del Forum.

Entrare nell’ottica di WordPress

Oltre a questi Plugin dobbiamo renderci conto che possiamo trasformare WordPress a nostro piacimento grazie a temi e plugin, e non dobbiamo limitarci a usare WordPress solo per creare blog.

L’altro giorno mi è capitato di parlare con Federico, mi chiedeva consigli sulla creazione di un sito per la vendita di prodotti, la prima domanda che CMS posso usare?

Ovviamente gli ho detto immediatamente di usare WordPress con i giusti plugin e temi.

La cosa forse difficile è entrare nell’ottica di WordPress e individuare le aree che potrebbero essere trasformate in pagine, in articoli, in tag e capire dove posizionarle in modo corretto.

Vediamo un esempio pratico

Mettiamo il caso di dover creare un sito per una concessionaria di automobili.

Vediamo come usare e scegliere i plugin adatti e gli elementi di WordPress in modo corretto e funzionale.

Come vediamo possiamo sfruttare a pieno WordPress per la gestione di un sito per una concessionaria, dalla visualizzazione delle schede dettaglio auto all’inserimento da parte del cliente tramite pannello di amministrazione.

I Plugin possono giocare un ruolo fondamentale, infatti in questo caso sono molto utili le gallerie di immagini, video per far percepire lo stato dell’auto e la newsletter per gli aggiornamenti ai visitatori.

Si potrebbero pensare ad altre caratteristiche da aggiungere ma per ora queste sono quelle indispensabili e più sinergiche.

Che CMS usi per i tuoi Clienti?

Spero che con questo articolo vi abbia aperto gli occhi sulle potenzialità di WordPress.

Attualmente per i miei clienti cerco sempre di proporre la soluzione WordPress in quanto ho avuto gia esperienza su questo CMS e conosco le sue potenzialità.

Vorrei sapere da voi se siete d’accordo con la mia tesi e se usate qualche altro tipo di CMS per i vostri clienti.

Author

Strategy Director @AQuest ~ Docente Master @NinjAcademy

60 Commenti

  1. Ciao Giuliano, ti volevo chiedere se sapresti darmi un link dove viene spiegato bene come aggiungere delle classi al famoso

    wp_list_pages(title_li=)

    In questo modo sappiamo tutti che vengono caricate le pagine del nostro blog ma se io volessi aggiungere una classe a queste liste come fare? Sono settimane che navigo per cercare una soluzione ma niente…tempo fa l’avevo anche già fatto ma non ricordo più O.O la soluzione era una cosa del genere

    <?php function add_last_class($input) {
    if( !empty($input) ) {

    $pattern = '/<li class="/is';
    $replacement = '<li class="menu';

    $input = preg_replace($pattern, $replacement, $input);

    $pattern = '/<li class="(?!.*<li class=")/is';
    $replacement = '

  2. @ fabio:
    Ma non puoi usare un menu dinamico di WordPress e assegnare le classi da progettazione aspetto?

    Intendi usare il comando ? Perchè in questo modo mi becca tutte le pagine create e non posso usare la specifica “include” o “exlude” per inserire solo determinate pagine, visto che non è mio interesse inserirle tutte!

  3. @ fabio:

    scusa scrivendolo attaccato non riconosce il codice volevo dire ti riferisci all’utilizzo del comando

  4. DNSimone ha scritto:

    @ fabio:

    scusa scrivendolo attaccato non riconosce il codice volevo dire ti riferisci all’utilizzo del comando wp page menu!

    Scusa a Julius per il casino di commenti ma se scrivo stringhe di codice non vengono riportate!

  5. Ciao Giuliano, faccio pubblicamente mea culpa e ammetto di aver considerato wp un cms per fare blog troppo a lungo. Il fatto è che il web è stracolmo di blog fatti in wp e ci sono ancora poche strutture alternative come ecommerce (seri) realizzati con wp. Al di là di questo, hai perfettamente ragione. Ci si organizza l’impossibile! :)

  6. Ciao Julius,
    complimenti per l’articolo. Concordo con te su tutto, lavoro da sempre con wordpress e lo trovo spettacolare. Il punto di forza di questo CMS, secondo me, è la sua flessibilità perché, come hai detto anche tu, ci puoi fare di tutto.

    Per quanto riguarda i plugin suggerisco anche questi:

    http://www.socialmediaconsultant.it/i-30-plug-in-che-non-possono-mancare-sul-tuo-sito-in-wordpress/

    L’infografica (molto interessante) è stata fatta da Graphs.net

    Tu ne usi qualcuno di questi?

    Ciao e ancora complimenti

  7. Ciao Julius uso wp e sara’ che una volta approfondito non ho “guardato” gli altri cms, fino ad ora sono riuscito a gestire tutto con questa piattaforma quindi no ho avuto la necessita’ di provarne altre. una cosa:
    – dici “consiglio vivamente di non usare ARUBA ma scegli altro..”
    ho un cliente su aruba (aveva gia’ il dominio registrato con loro) e non ho avuto problemi, inoltre ora sto rifacendo un sito ad un cliente che e’ su ARUBA, fargli cambiare host la vedo “ostica” dici che dovrei “costringerlo”? perche’ ne sconsiogli l’uso? Premetto che non lo consiglio neanche io se devo partire da zero… soprattuto per la gestione del dominio ,db ecc, troppo “incasinato” secondo me… grazie
    ciao
    Maurizio

  8. Ciao Giuliano, sono d’accordo sulle potenzialità di wordpress come CMS, io realizzo siti di tutti i tipi con questo sistema, e lo consiglio sempre anche io. Alcuni sviluppi molto interessanti sono anche le integrazioni per gestire le newsletter e le iscrizioni on-line.

    Mi hanno detto che il limite di wordpress sta nella pesantezza della struttura, che integra di default tantissimi script e la sicurezza, non sempre garantita al 100%. E’ vero?
    Grazie

  9. Non sono d’accordo al 100% con te Julius. Uso wordpress da tempo, ma ha dei limiti che spesso richiedono dei plug-in. Il problema è che ti ritrovi a gestire molti plugin che spesso devi disattivare perché entrano in conflitto con altri, oppure perché non vanno sempre di pari passo con gli aggiornamenti di Wp. Perciò tendo ad utilizzare i CMS secondo i loro punti forza. Tuttavia, non si può essere esperti di tutti i CMS, è bene focalizzarsi su uno o due. Ad ogni modo di seguito elenco quelli che secondo me sono pro e contro dei CMS e spiegherò il perché ho scelto Joomla:

    WORDPRESS
    PRO: facile, scalabile, leggero, moderno. Curva di apprendimento rapida e molti plugin a corredo. Ottima documentazione in italiano.
    CONTRO: per un uso più simile ad altri CMS richiede molti plugin aggiuntivi. Spesso troppo minimale nelle funzioni native e ti obbliga ad intervenire sul codice o aggiungere plugin. Customizzazione di un tema non semplice. E’ vittima di molti attacchi e per renderlo sicuro sono necessari a loro volta dei plug in oltre che ad accortezze a livello di script.

    JOOMLA
    PRO: parte da una base più completa rispetto a WordPress. Non necessità di molti plugin per essere totalmente completo. Ottima documentazione italiana. E’ più facile di WordPress nel creare temi grazie al Bootstrap integrato e ad un codice più semplice. Ha molte funzioni di blogging potenti (ad esempio posso creare quanti blog voglio nello stesso sito e attribuire un layout diverso ad ognuno).
    CONTRO: un pò più ostico lato back end (migliorato molto con la 3), curva di apprendimento meno rapida. Molte personalizzazioni di dettaglio che a volte risultano un impiccio.

    DRUPAL:
    PRO: è una scatola degli attrezzi completa. Puoi creare siti molto complessi soprattutto a livello business. Ottime funzioni di blogging e forum integrato. Essendo un CMF mi permette di creare e personalizzare il mio backend creando dei potenti CMS aziendali. Possiede i migliori framework per la creazione di temi (Omega, AdaptiveThemes, Zen ecc).
    CONTRO: scarsissima documentazione italiana. Orientato agli sviluppatori (è un contro per power user). Ostico. Livello di dettaglio spesso esagerato, ma non sempre utile per semplici realtà.

    Perciò visto che la ragione sta sempre nel mezzo, ho scelto Joomla. E’ il giusto compromesso e con pochi plugin ho un sistema completo per qualsiasi esigenza.

Commenti