L’ispirazione è un aspetto fondamentale non solo per noi web designer, ma anche per altri professionisti del settore.

Secondo me non si nasce creativi ma lo si diventa crescendo, accumulando esperienze, confrontandosi, e con il proprio talento.

Il Creativo è colui che riconosce il bello e il funzionale, e ha il potere di plasmarlo in qualcosa di unico e originale.

Ultimamente navigavo sulle mie solite gallery CSS per stilare delle raccolte di siti creativi, e mi sono imbattuto in una grafica plagiata da un altro sito, una web agency spagnola che avevo visto recentemente.

Possimo notare come il plagio sia evidente a occhi chusi, ma io poi mi chiedo perchè ti devi fare male da solo?

Originale

Plagio

Elementi Grafici Plagiati

Come possiamo vedere è stata plagiata tutta la struttura del sito web, incluse le icone e posizione dei contenuti.

Inoltre si nota la posizione di alcune aree che nel sito originale dovrebbero essere attive, mentre nel sito web plagio sono inativve e solo posizionate graficamente.

Il cerchio azzurro ad esempio in Creanto ha un senso logico di esistenza, mentre nel sito plagio ovviamente non ha alcun senso logico.

Ho avuto il piacere di parlare con i ragazzi spagnoli di Creanto e mi hanno confermato di non avere nulla a che fare con il sito in questione, e che prenderanno le dovute precauzioni.

Io sono il primo che vive di ispirazioni, ho talmente visto tante creatività, che mi hanno dato la possibilità di proporle ai miei clienti.

Prendere ispirazione non è reato, ma dobbiamo essere capaci di non abusare usando il termine “ispirazione”.

Avete avuto esperienze simili dirette? Come vi siete comportati?

Author

Sono un Creative Strategist con più di 10 anni di esperienza in strategie digitali. Il mio ruolo di Stratega consiste nell’ideare e sviluppare concept creativi per progetti multicanale, individuando le attivazioni e dinamiche di Marketing da applicare attraverso un approccio strategico.

33 Commenti

  1. Credo che alla fine non si nasce ma si diventa creativi come hai scritto tu, accumulando esperienza, “rubando” idee e spunti qua e la prima di essere autonomi e camminare sulle proprie gambe. Penso sia una cosa fisiologica. No? Mi sembra chiaro, però che in questo caso sia stato fatto un ctrl+u :)

  2. Beh, l’esempio che hai postato è abbastanza vergognoso. Ce ne sono di peggio anche!

    Secondo me, come dici te, va benissimo prendere ispirazione da un altro lavoro anche perché noi elaboriamo tutto quello che vediamo nella vita: oggetti, libri, esperienze, suoni…tutto. E secondo me ogni cosa può ispirare un lavoro quale può essere un sito, una brochure o qualsiasi altro lavoro di comunicazione.

    C’è un libro che mi ha aperto gli occhi su questa idea di “ispirarsi” da ogni cosa, ed è “Fantasia” di Bruno Munari. :)

    Ma comunque questi hanno superato il limite, copiare addirittura le icone. :(( buuuu

  3. L’esempio riportato da Luca è davvero incredibile, ancora peggiore di quello di Giuliano.

    Ma in questi casi cosa si può fare? Come possiamo difenderci oltre a contattare la persona che ci ha copiati?

  4. Deja_rulez

    c’era un blog bellissimo in cui ogni settimana veniva proposto un caso … purtroppo lo han segato dopo pochi mesi (probabilmente avrà ricevuto qualche denuncia).

  5. A proposito di rispetto della creatività altrui, sarebbe bello sapere da dove arriva la prima foto ;-)

  6. @ Federico Pian:
    Noi li abbiamo contattati e naturalmente non abbiamo ottenuto risposta. Da allora però il lavoro di “camuffamento” è fermo… anche se forse è solo un caso.

    La cosa più ridicola è che fanno lo stesso nostro lavoro. Sono una agenzia di comunicazione, che dice di fare anche siti web!
    Bha…

  7. @ Federico Pian:
    Credo sia necessario rivolgersi alla polizia postale (non ho ancora approfondito l’argomento), ma credo che essendo questi in Brasile, il massimo che si possa fare è cercare di mettergli un pò di strizza e sperare che desistano…

    E poi in fondo ci hanno dato una buona idea: non avevamo ancora pensato di usare quel design per farci il sito della nostra agenzia!! ;D

    P.S.: Grazie per i complimenti, fanno sempre molto piacere!

  8. Big Jack

    Luca ha scritto:

    il plagio sia evide

    Ciao Luca, i siti sono del stesso proprietario (Poliespanso s.r.l.) probabilmente è per questo che sono uguali :)

    PS: Julius Blog [Mi Piace!] <— CLICK!!

  9. ahahah, effettivamente non l’avevo mai vista sotto quet’ottica!
    Potevano anche mettere un – ogni riferimento è puramente casuale – :D

  10. Il plagio…brutta cosa…fin dall’inizio mi è sempre piaciuto lo slogan di Julis.. purtroppo poi..a volte capita che un cliente non pagando il duro lavoro di ricerca e personalizzazione (grafica e strutturale) del sito porti molti grafici o anche coloro che sono alle prime armi ad affidarsi al ctrl+C e ctrl+V. Io mi fermo alla grafica..nel senso di trarne ispirazione e poi pubblico la mia idea..ovviamente cercando di allontanarmi il più possibile..Sinceramente copiare un sito in modo totale mi farebbe vergognare troppo!!!

  11. In qualsiasi tipo di lavori ci sono alcune regole da rispettare. Dovrebbe essere la persona stessa a riconoscere cosa è giusto e cosa è sbagliato. Copiare non è una cosa di cui andare fieri, la cosa migliore è prendere spunto per imparare e crescere professionalmente per poi creare qualcosa di proprio.

    Molto spesso persone vivono guadagnando grazie allo scopiazzamento di cose di altri, perchè forse non hanno fantasia propria.
    Altre volte penso però che possano essere messe con le spalle al muro ed obbligate a fare magari una grafica copiata anche se questo comportamento non è assolutamente d’accordo con i propri principi.

    Ad es. se una persona è libera professionista può scegliere cosa fare della propria vita, quali lavori prendere o rifiutare per svariati motivi, ma se invece si è dipendenti e quindi bisogna eseguire ciò che viene ordinato dal datore di lavoro… in questo caso la colpa di plagio a chi verrebbe attribuita? a colui che pur essendo creativo deve eseguire o al mandante?

    Non so chi abbia realizzato il plagio citato nell’articolo, però sarebbe interessante capire anche i motivi che hanno portato al plagio.

  12. Molte volte non si tratta di plagio, non si tratta di CTRL+C & CTRL+V ma semplicemente si tratta di template belli e pronti in vendita per meno di 100€ e che chiunque è libero di comprare.
    E’ capitato a me personalmente, acquistare uno di questi template per uno studio fotografico e chiaramente, pur personalizzandolo nei colori, nel logo ed in qualche altro dettaglio, la spina dorsale, lo scheletro del sito rimane tale e quale per cui del tutto simile ad altri siti customizzati sullo stesso template.

    Altre volte mi sono imbattuto in siti simile sviluppati dalla stessa webagency che imprimono lo stesso stile, lo stesso template su vari clienti.
    Non è certo un modo professionale, ma ditelo all’AUDI che le sue auto sono tutte simili se non nelle dimensioni… :-)

  13. Voglio fare una domanda… se a me piace la struttura di un sito ma ovviamente la grafica che gli adatto è un pò diversa… è comunque plagio? o PLAGIO si intende quando utilizzo anche gli stessi materiali? Mi interesserebbe un vostro parere. Grazie.

  14. @sushidub: Secondo ispirarsi alla struttura non è plagio, ma se la fai identica nei minimi particolari aiutandoti con alcuni elementi grafici potrebbe indirizzarsi verso il plagio…

  15. Perfetto… grazie mille… era per essere sicuro che quello fatto finora non fosse stato plagio. A volte mi capita di essere affascinato dalla struttura e dalla disposizione dei contenuti di un sito. Utilizzare gli stessi elementi grafici invece no perchè 1) non mi serviva e 2) a volte i clienti sono ben diversi e bisogna personalizzare i lavori in base adessi.

    Grazie ancora.

  16. Vorrei dare il mio modesto contributo, qualche volta non si tratta di plagio, ma semplicemente l’utilizzo dello stesso template (se ne trovano a pagamento) ed effettuato una personalizzazione degli elementi grafici in esso contenuti fermo restando gli stili e le posizioni.

  17. Trollino il Frollino

    Si parla di plagio in un sito dove il 90% degli articoli è del tipo

    “Guardate cosa ho trovato su internet”

    ovvero il 90% degli articoli esiste perchè c’è già qualcosa di cui parlare altrimenti ci sarebbero 12 post l’anno.

    Ma a gowebdesign racconterai di persona quello che hai trovato in questi mesi su internet? Perchè tanto vale fare un video su YT

    “Vedete questo sito è in stile 2.0 questo invece no. Queste invece sono delle icone belle, questo no.”

    Sei l’aranzulla del web.

  18. Ciao Frollino ti posso assicurare che non è come dici tu. Sono stato uno dei partecipanti del workshop di Julius a Roma e devo dire che ho trovato un ambiente ricco di spunti interessanti. Gli argomenti trattati sono sempre stati validi e interessanti…

    Prima di attribuire dei pareri forse è meglio provare no?

  19. secondo me l’hanno copiato entrambi… ha ha ha
    cioè, quello è il classico layout che si trova sui siti in cui ti vendono la home page oppure l’intero sito…
    il problema maggiore secondo me però è che una web agency acquisti il sito da altri… io gli consiglierei di cambiare mestiere…ecco perchè in giro è sempre piu difficile trovare materiale di buona qualità…perchè tutti vorrebbero fare tutto e subito! senza studio, senza esperienza e senza idee…
    sergio

  20. Salve a tutti anzitutto, scrivo per la prima volta qui e mi premeva salutare tutti voi!
    Concordo sulla differenza tra plagio e ispirazione, tra i due vi è una linea sottile che non dovrebbe essere superata.
    Io mi occupo essenzialmente di quel che c’è dietro la grafica di un sito, sviluppando in PHP o Ruby.

    Purtroppo, come avete accennato, le persone non capiscono che dietro ogni buona creazione (grafica e non) c’è un lavoro che richiede tempo e, quindi, soldi.

    Nella concezione comune realizzare un sito è “semplice, tanto c’è qualche grafica già pronta o si usano script già pronti”, salvo poi protestare quando il proprio sito è simile ad altri.

    Non nego di aver usato spesso template preconfezionati e cambiati per l’occasione (il mio sito personale ne è la prova), ma secondo me dipende anche dall’obiettivo che si vuole raggiungere: un sito è visto come un biglietto da visita, dovendo quindi essere unico, o come un qualcosa da dover avere per forza visti i tempi?

  21. @ Trollino il Frollino:
    Tutti i siti di questo genere cercano e pubblicano notizie da internet.
    Cosa centra il plagio?!?! sei un povero sfigato invidioso.

  22. Scusa julius per quanto anche se il post è sui siti che si avvicinano al plagio…(non sapendo se sono template o meno) coem ci si comporta nel caso del codice? con il jquery per esempio o ajax tu ultimamente hai postato articoli su quest’ultimo linguaggio con gallery free, qualcuno l’avrà pur fatto siccome il codice è come la matematica il risultato è sempre quello se gli addendi son sempre quelli cambia solo chi fà l’operazione.
    come ci si comporta in quei casi ? grazie a un tuo link ho trovato una soluzione a un menù, il menù per disposizione è diverso di partenza ma l’effetto jquery è lo stesso del link demo. che sì fà in quel caso ?

  23. Ciao JD,
    mi permetto di “riesumare” questo articolo dato che mi è rimasto molto impresso per comunicare che anche io sono stato vittima di uno sporco plagio.

    Sono un web developer professionista e per “deformazione professionale” possiedo un blog dove quando mi va e quando ho tempo pubblico degli articoli inerenti la mia professione. Pochi giorni fa mi sono reso conto grazie anche alla segnalazione di diversi miei lettori che alcuni dei miei articoli sono stati plagiati con un copia/incolla anche di immagini di mia realizzazione.

    Devo dire che ci sono rimasto molto male poichè in giro c’è parecchia gente che scrive articoli per contribuire ed aumentare la conoscenza globale, per condividere una propria passione, per aiutare ma alcuni ne approfittano per violare la proprietà intellettuale altrui che sicuramente in blog di “professionisti” come te e tanti altri ad esempio è il valore aggiunto.

    A prescindere da questo credo che se un individuo prende spunto da un mio articolo, da un mio lavoro ciò da parte mia da un lato può essere vista come una cosa cattiva ma dall’altro vuol dire che il tuo lavoro è stato preso d’esempio…ma da qui al copia/incolla ce ne passa…

    Un saluto.

Commenti